This content is available in English

Paesi Bassi: impennata dei contagi da Covid-19. Oggi il governo decide le misure, i vescovi reintroducono alcune restrizioni

Sono tornati a impennarsi i contagi da Covid-19 anche nei Paesi Bassi: i dati di ieri parlano di 12.648 nuovi positivi, un record del tempo pandemico. Resta relativamente bassa la curva dei decessi (25 nella giornata di ieri). Completamente vaccinato è l’84,4% della popolazione over 18, l’82,4% dei più giovani. Oggi è in programma una riunione del governo per decidere quale linea seguire per far decrescere i contagi. Secondo il Comitato per la gestione della pandemia sarebbe necessario chiudere di nuovo cinema e teatri per le prossime due settimane, ridurre i numeri per i ristoranti. Intanto i vescovi hanno già chiesto di reintrodurre una serie di misure precedentemente applicate nelle chiese cattoliche e in particolare la distanza di 1,5 metri durante le celebrazioni e altri eventi ecclesiali e la mascherina da indossare durante gli spostamenti all’interno della chiesa o del luogo dell’incontro. Sarà ancora possibile per i cori e per l’assemblea continuare a cantare, ma “si consiglia vivamente ai cori di provare solo in grandi stanze dove c’è sufficiente ventilazione”, dice la nota diffusa dalla segreteria dei vescovi. Non si esclude che “nel prossimo periodo potrà essere necessario un ulteriore inasprimento delle misure”. I vescovi chiedono “a tutti i credenti, vaccinati e non, di continuare a trattarsi con rispetto”. Ringraziando coloro che sono coinvolti nel mettere in atto e far rispettare le precauzioni, i vescovi “sperano e pregano che uno sforzo concertato abbia gli effetti previsti per la salute di tutti, specialmente delle più vulnerabili”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy