Settimana liturgica: mons. Di Napoli (Cal), “attenzione per la santità, umanità pienamente realizzata”

“Santo è chi entra nella relazione con Dio e, attraverso il battesimo, siamo entrati tutti in questo cammino di santità. Col passare del tempo si è pensato che la santità fosse qualcosa riservata a poche persone. Il Concilio Vaticano II ci ha voluto richiamare alla universale vocazione alla santità. Tutti i battesimati sono santi per il battesimo ricevuto e chiamati a sviluppare nel cammino della vita questo percorso di santità”. Lo dice mons. Giovanni Di Napoli, segretario del Centro di azione liturgica, organismo promotore della settantesima Settimana liturgica nazionale, che si svolgerà a Messina dal 26 al 29 agosto, spiegandone il tema “Liturgia: chiamata per tutti alla santità battesimale”. Si tratta di “un approfondimento dello spirito della liturgia, realtà centrale della vita della Chiesa”. Ricordando le edizioni degli anni scorsi in altre località siciliane, da Mazara del Vallo a Palermo, mons. Di Napoli ribadisce l’importanza dell'”incontro tra persone che sono sensibili a questo tema, in passato prevalentemente sacerdoti e suore, adesso allargato a laici impegnati nella pastorale”. Segnalando che “il tema di quest’anno è in continuità con la Settimana dello scorso anno, a Matera”, il segretario del Cal, infine, evidenzia che “la sanità non è altro che l’umanità pienamente realizzata, quindi essere pienamente umani. Oggi abbiamo bisogno di realizzare questa umanità nuova”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano