Scuola: Agorà della parità, “bene fondo paritarie per caro energia. Ora nuovo governo completi legge su parità”

“L’incremento del fondo per le scuole paritarie, per far fronte al caro energia, è una boccata di ossigeno per tanti nostri istituti ed è un atto non scontato del Governo uscente, che ringraziamo per aver mantenuto una promessa importante”. Lo afferma in una nota l’Agorà della parità aspettandosi ora, “da chi guiderà il Paese nella nuova legislatura, una rinnovata attenzione per tutta la scuola e, in particolare, il completamento della legge 62 del 2000, affinché in Italia le famiglie siano finalmente libere di scegliere l’educazione dei propri figli, come in tutta Europa già succede”. A firmare il documento Catia Zambon, presidente nazionale Agesc, Massimiliano Tonarini, presidente nazionale Cdo Opere educative-Foe, Marilisa Miotti, presidente nazionale Ciofs scuola, Giovanni Sanfilippo, delegato nazionale per le Relazioni istituzionali Faes, Virginia Kaladich, presidente nazionale Fidae, Giampiero Redaelli, presidente nazionale Fism, Vitangelo Denora, delegato della Fondazione Gesuiti Educazione, Stefano Mascazzini, presidente nazionale Cnos Scuola.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano