Quotidiano

Funerali a L’Aquila
Petrocchi: “Il piccolo Tommaso è tra i ‘grandi’ nel Regno di Dio”
Petrocchi: “Il piccolo Tommaso è tra i ‘grandi’ nel Regno di Dio”

“Il piccolo Tommaso è entrato nella Città Santa, patria della beatitudine eterna, e ci guarda: da ‘lassù’, i suoi occhi splendenti di gloria fissano i nostri occhi velati di lacrime”. Lo ha affermato l’arcivescovo dell’Aquila, il card. Giuseppe Petrocchi, durante i funerali del bambino morto nella tragedia dell’asilo dove un’auto è piombata nel cortile ferendo anche altri compagni.

Tragedia all’asilo
Pontillo: “Tutti hanno bisogno di immediato supporto psicologico”
Pontillo: “Tutti hanno bisogno di immediato supporto psicologico”

Attivare un supporto psicologico immediato e personalizzato. Per la psicoterapeuta Maria Pontillo non si deve perdere tempo: i genitori del piccolo Tommaso, la proprietaria dell’auto che lo investito, suo figlio, i bambini dell’asilo: tutti hanno bisogno di essere aiutati ad affrontare questo trauma. E il papà della piccola vittima, con il “suo straordinario atto empatico, è un esempio per tutti noi”.

Tutela dei minori
Don Bove: “La prevenzione diventi corresponsabilità più ampia”
Don Bove: “La prevenzione diventi corresponsabilità più ampia”

“In tutte le diocesi lombarde è stato creato un centro di ascolto e hanno ricevuto alcune segnalazioni”, racconta al Sir il coordinatore regionale del Servizio per la tutela dei minori della Cel. “Rispetto alle aspettative iniziali la sensazione è che siano state poche le segnalazioni arrivate”, rileva il sacerdote, sottolineando che “questo è in linea con quello che è stato riscontrato a livello nazionale”.

Prevenzione degli abusi
Per costruire un cambio culturale partiamo dalla formazione
Per costruire un cambio culturale partiamo dalla formazione

Se certamente la maggior parte degli abusi avviene nella cerchia familiare è altrettanto vero che la Chiesa non ne è esente e non soltanto perché composta da famiglie, ma anche perché in questi odiosi crimini sono state coinvolte persone con responsabilità nella comunità. Che si tratti di un male antico non c’è dubbio, ma non è certo ineluttabile: diventa vitale costruire e consolidare un vero e proprio cambio culturale.

Resa nell’Azovstal’
 Scaglione: “Fatto che cambia la percezione dell’inerzia bellica”
Scaglione: “Fatto che cambia la percezione dell’inerzia bellica”

“L’evento cruciale della settimana è stata la resa della grandissima parte dei combattenti che erano asserragliati nella Azovstal’. Non c’è dubbio che questo evento ha cambiato se non l’inerzia della guerra sicuramente la sua percezione”. Ne è convinto Fulvio Scaglione, per anni corrispondente da Mosca, che con il Sir fa in punto dell’attuale fase dell’invasione russa in Ucraina.

Russia
Khroul: “La situazione peggiora. Molti vorrebbero emigrare”
Khroul: “La situazione peggiora. Molti vorrebbero emigrare”

“Avevo paura di dover rimanere in Russia per sempre, se avessero chiuso il confine, ma ora sono ad Aachen e sono al sicuro”. Lo racconta al Sir, Viktor Khroul, che insegnava etica dei media alla National school of economics, a Mosca, e invece ora si trova nella città tedesca grazie a una borsa di studio del Catholic Academic Exchange Service. Per ora ha deciso di non tornare in patria.

Ucraina
Viaggio in un Paese in guerra, dove tutti sono al fronte

Da una dozzina d’anni il mottense Mario Po’ segue le vicende e la realtà quotidiana del popolo ucraino. Un’attenzione che non si è interrotta dopo l’invasione da parte dell’esercito russo. L’ultimo viaggio l’ha intrapreso qualche settimana fa, la sera di Pasqua, transitando per l’Ungheria, visitando alcune località dell’oblast transcarpatico, proseguendo verso nord, giungendo nella Galizia ucraina poi a Leopoli; facendo poi ritorno attraverso Polonia e Austria.

Ucraina
L’altra "ferita" della guerra: commessi più di 200 “ecocidi"

Emissioni di rifiuti tossici dalle grandi imprese industriali. Incendi. Migliaia di carri armati e veicoli blindati russi abbandonati. Emergenza acqua e più di 80.000 chilometri quadrati dell’Ucraina che devono essere ripuliti da mine e resti di esplosivi. È l’ufficio per l’ecologia della Chiesa greco-cattolica ucraina a lanciare l’allarme e a pubblicare sul suo sito un report dettagliato sui “danni” ambientali provocati durante la guerra.

Sud Sudan
Vescovo di Rumbek: "Andremo a piedi da Papa Francesco a Juba"

Parla mons. Christian Carlassare, vescovo di Rumbek e missionario comboniano: ad un anno dall’agguato che lo ferì gravemente alle gambe a marzo è tornato nella sua diocesi e aspetta insieme a tutta la popolazione sudsudanese la visita di Papa Francesco dal 5 al 7 luglio. La grande speranza di tutti è la pace, la riconciliazione l’unità. Mons. Carlassare camminerà insieme a un centinaio di giovani 40 chilometri al giorno per 8 giorni fino a Juba, per incontrare il Papa.

Intervista
Bassetti: "La mia vita è stata vissuta per la Chiesa"

Siamo alla vigilia dell’assemblea dei vescovi italiani che si terrà a Roma dal 23 al 27 maggio, nella quale i vescovi eleggeranno una terna di nomi tra i quali Papa Francesco sceglierà il nuovo presidente della Conferenza episcopale italiana, il successore del cardinale Gualtiero Bassetti. Un appuntamento importante, che segna un forte cambiamento nella vita del cardinale, che negli ultimi 13 anni è stato arcivescovo di Perugia-Città della Pieve.

EUROPA
L’Ue si muove: sicurezza e difesa, indipendenza energetica, ricostruzione dell’Ucraina

RePowerEu, per rendere l’Unione europea energeticamente indipendente dalla Russia; un piano per la ricostruzione dell’’Ucraina; un fondo Ue27 per la sicurezza e la difesa. Triplice azione della Commissione, oggi, per affrontare l’emergenza della guerra, misurarsi con la sicurezza del continente e guardare oltre gli eventi bellici, quando tregua e negoziati di pace lasceranno il campo alla ricostruzione dell’Ucraina.

EUROPA
Sandu (presidente Moldova): “Sentiamo il dolore degli ucraini”

“La guerra della Russia contro l’Ucraina cerca di porre fine alle nostre speranze” di pace e di sviluppo “e ci riporta tutti indietro di un secolo. Questa guerra è stata causata da progetti geopolitici per rimodellare la regione, dividerla in sfere di influenza, impadronirsi del territorio” di altre nazioni. Così Maia Sandu, presidente della Repubblica di Moldavia, nel discorso che ha tenuto nell’emiciclo del Parlamento europeo a Bruxelles.

Cammino sinodale / 3
Umbria: i laici vogliono essere protagonisti e non sentirsi manovalanza
Umbria: i laici vogliono essere protagonisti e non sentirsi manovalanza

Nella terra di Francesco e Benedetto potrebbe esserci l’ispirazione di un rinnovamento per la Chiesa del terzo millennio. In passato è già avvenuto: prima il santo di Norcia, poi quello di Assisi hanno dato impulso a cambiamenti capaci di travalicare i confini dell’Umbria. È ciò che si augura don Calogero Di Leo, referente del cammino sinodale presso la diocesi di Perugia-Città della Pieve.

Cammino sinodale / 4
Cagliari, Oristano e Ozieri: la voglia di partecipare sentendosi comunità
Cagliari, Oristano e Ozieri: la voglia di partecipare sentendosi comunità

Anche in Sardegna, al termine della prima fase del cammino sinodale, c’è voglia di continuare il processo avviato. C’è la diffusa percezione di una comunità che, nelle diocesi, si è messa in moto e che magari non sa bene ancora quale sia la meta e dove porterà la strada intrapresa ma ha voglia di proseguire il cammino, insieme. Lo riferiscono al Sir i delegati diocesani, riepilogando quanto vissuto negli ultimi mesi..

50° omicidio commissario Calabresi
Mons. Delpini: "Servizio al bene comune come pratica dell'amore"

L’arcivescovo di Milano ha celebrato la messa a suffragio del commissario di Polizia assassinato 50 anni fa. In mattinata anche il ricordo del Capo dello Stato. Delpini: “Ci sono uomini e donne come il commissario Calabresi che contribuiscono a sradicare il seme della violenza che nel cuore dell’uomo continua a depositarsi, spesso a germogliare e a produrre i disastri che ci spaventano”.

Monastero dei Paolini sequestrato dai russi
Parroco a Mariupol: “In città è un disastro”
Parroco a Mariupol: “In città è un disastro”

La struttura nella quale vivevano e prestavano servizio i padri paolini è stata sequestrata dai russi ed è diventata ora la sede della dell’amministrazione locale della cosiddetta Repubblica popolare di Donetsk. A dare la notizia padre Pavlo Tomaszewski, il parroco paolino della parrocchia di Nostra Signora di Czestochowa di Mariupol. “Vi confido che è molto difficile per il mio cuore. È difficile per me, perché – racconta – ci hanno tolto la chiesa, hanno fatto di tutto per farci andare via. E ora l’hanno disonorata. È molto, molto difficile da accettare”.

EUROPA
Sull’economia Ue pesa la guerra: l’incertezza regna sovrana

La Commissione europea ha reso note le sue previsioni per il 2022 e il 2023. L’invasione della Russia in Ucraina, oltre ai devastanti effetti umani e strutturali, rischia di mettere nuovamente in ginocchio i sistemi produttivi e commerciali dell’intero continente che a fatica cercavano di riprendersi dalle ricadute della pandemia. Italia: rallenta la ripresa, si spera nel Pnrr. Punti interrogativi su lavoro, redditi familiari, Pil e debito pubblico.

Chiese in Italia
Cammino sinodale: a Roma il 2° incontro dei referenti diocesani

All’appuntamento partecipano 242 referenti (laici, presbiteri e diaconi, consacrate e consacrati) e 12 vescovi delegati dalle Conferenze episcopali regionali. “Nonostante la pandemia abbia rallentato, almeno nei mesi invernali, il percorso avviato in autunno, abbiamo ‘scaldato i motori’ e le nostre diocesi hanno vissuto il percorso con crescente entusiasmo; ne fanno fede i circa cinquantamila incontri sinodali, confluiti nelle duecento sintesi diocesane”, sottolinea mons. Erio Castellucci, arcivescovo abate di Modena-Nonantola e vescovo di Carpi, vicepresidente Cei e membro del Gruppo di coordinamento nazionale del Cammino sinodale.

Instagram
Dalle Diocesi
Chiesa
Cultura
Politica & Società
Esteri

Approfondimenti

Commenti al Vangelo

Almanacco
ALMANACCO LITURGICO
La Messa del Giorno e la liturgia delle Ore di ChiesaCattolica.it
APP
Scarica l’app ufficiale della Liturgia delle Ore per Smartphone e Tablet
BIBBIAEdu

Accesso completo alle traduzioni CEI del 2008 e del 1974, alla Bibbia Interconfessionale, alla Nova Vulgata, all’Antico Testamento ebraico ed aramaico, che riproduce il Westminster Leningrad Codex, e al Nuovo Testamento greco, che presenta il Greek New Testament della Society of Biblical Literature.