Quotidiano

Incontro vescovi e sindaci del Mediterraneo
Raspanti: "Sviluppare la coscienza di un'appartenenza comune"

Una Carta di intenti comune tra vescovi e sindaci che si affacciano sul Mare Nostrum e l’istituzione di un Consiglio dei giovani del Mediterraneo. Sono alcuni possibili obiettivi concreti dell’incontro organizzato dalla Cei a Firenze (23-27 febbraio) a due anni dall’appuntamento analogo di Bari, che si concluderà con la presenza del Papa. Ad annunciarlo è mons. Antonino Raspanti, vicepresidente della Cei.

Sofia Goggia
L'esempio virtuoso di una sciatrice
L'esempio virtuoso di una sciatrice

Che una giovane sportiva sintetizzi il suo stato d’animo con un’espressione di fede sorprende, incuriosisce e provoca: rapido sguardo sull’interiorità di un altro, bagliore subitaneo dal di dentro, scoprire la fede di una persona colpisce sempre, diventa oggetto di citazioni, “retweet”, commenti… e tutto sommato ci fa ben sperare per le sorti del mondo.

Munzir e Mustafa
Il loro è il nostro sorriso
Il loro è il nostro sorriso

La gioia per un esito positivo di una vicenda dolorosa mantiene tutta la sua bellezza e proprio per questo diventa anche un monito: la gioia non è un’esperienza individuale o di pochi, viene da una fraternità aperta, non viene solo dalla storia di qualcuno ma dalla storia di tutti. Munzir e Mustafa con i loro sorrisi hanno fatto crescere questa consapevolezza.

Giorno della memoria
Cei:
Cei: "Mai più crimini così grandi"

“Il 27 gennaio, data in cui, nel 1945, fu liberato il campo di Auschwitz, è per noi il Giorno della Memoria, il giorno in cui ricordiamo la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché tutte le vittime di un progetto di sterminio”. Lo ha detto mons. Stefano Russo, segretario generale della Cei, leggendo una dichiarazione a nome dei vescovi italiani, durante la conferenza stampa di chiusura del Consiglio permanente.

Giorno della Memoria
Schutz:
Schutz: "Una lezione per tutti"

Il 27 gennaio del 1945 le truppe sovietiche dell’Armata Rossa entrarono ad Auschwitz (Oświęcim in polacco) scoprendo l’enorme campo di concentramento utilizzato dai nazisti per lo sterminio del popolo ebraico e di altri detenuti, tra loro polacchi, rom e prigionieri di guerra. Sessanta anni dopo, nel 2005, l’Assemblea generale dell’Onu, istituì il “Giorno della Memoria”, scegliendo come data simbolo proprio quella del 27 gennaio. La testimonianza di Raphael Schutz, ambasciatore di Israele presso la Santa Sede.

Testimonianza dal campo di Concentramento
A Fossoli la "baracca 18 degli intellettuali"

La testimonianza della “baracca 18, degli intellettuali”, nel campo di Fossoli, il campo nazionale della deportazione razziale e politica dall’Italia. Da qui passarono circa 5.000 internati politici e razziali destinati ai campi di Auschwitz-Birkenau, Mauthausen, Dachau, Buchenwald, Flossenburg e Ravensbrück. “Nella baracca 18, ‘la baracca degli intellettuali’, nonostante la paura, aleggiava qualcosa di simile alla speranza, al futuro. Di sera, alla luce delle candele, si parlava di democrazia, si immaginava possibile una futura Europa unita, contro i nazionalismi e le dittature in atto. Si parlava di ‘vita’”.

La sopravissuta a Mengele
Il dovere di ricordare l'orrore di Auschwitz
Il dovere di ricordare l'orrore di Auschwitz

Nel libro “La bambina che non sapeva odiare” Lidia Maksymowicz, sopravvissuta al campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau, racconta la violenza, le paure, la tragedia della famiglia e di chi fu vittima dell’odio nazista. Gli esperimenti sui bambini, i forni crematori, il distacco dalla madre (ritrovata solo nel 1962), la fine dell’incubo e una nuova famiglia… Il Papa le ha baciato il braccio con tatuato il numero 70072. Oggi, nella Giornata della memoria, promette che continuerà a raccontare l’Olocausto perché non se ne dimentichi il monito.

Memoria
Giuseppina Panzica, l'angelo di Ponte Chiasso
Giuseppina Panzica, l'angelo di Ponte Chiasso

“Sopravvissuta a Ravensbrück” è un saggio biografico con la prefazione della Senatrice Liliana Segre: scritto per non dimenticare, per fare memoria. La storia di fede e coraggio di Giuseppina Panzica, siciliana, madre di quattro figli, che decise di aiutare rifugiati, profughi ed ebrei dopo l’8 settembre 1943. Una storia da film, quella di Giuseppina, ma vera, venuta alla luce per la perseveranza e la tenacia del colonnello Gerardo Severino, che ha registrato il suo culmine con il conferimento alla Panzica della medaglia d’oro al Merito civile da parte del presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Suicidio assistito
Boscia:
Boscia: "Il medico è per la vita, no a far passare il disumano per pietà"

Ai medici “non può essere assegnato il compito di provocare la morte”. Non usa giri di parole il presidente Amci, Filippo Maria Boscia. Sì al diritto ad una morte degna, ma agire medico e uccisione sono incompatibili. È invece urgente garantire cure palliative a tutti. E “nel caso di una legge intrinsecamente ingiusta, al medico resterà sempre il dovere di ubbidire alla propria coscienza”.

Astrologia e Chiesa
Quale influsso hanno realmente le stelle nella nostra vita?

Ogni anno tredici milioni di italiani si rivolgono alle stelle chiedendo di svelare loro i segreti sul futuro, il mercato dell’astrologia non conosce crisi. Anzi, proprio per l’incertezza legata alla situazione professionale ed economica causata dalla pandemia, sembra che si cerchino maggiormente conferme nel panorama astrologico. In modo particolare la grande incertezza che regna sul futuro, le difficoltà nel trovare lavoro, i problemi economici e la speranza di risolvere la propria situazione negativa, hanno spinto un numero crescente di persone a cercare risposte negli oroscopi. Questi dati, da un punto di vista pastorale, non vanno affatto sottovalutati o banalizzati. I dati definiscono in modo chiaro il grande bisogno di sicurezza e di speranza che caratterizza il nostro tempo.

Violenze di Capodanno
Pollo: “Sono anni che non sento più parlare di politiche giovanili”
Pollo: “Sono anni che non sento più parlare di politiche giovanili”

Serve uno scossone forte, perché gli episodi di violenza pare non bastino. La società si dice scioccata per le aggressioni che alcune ragazze hanno subito in piazza Duomo da parte di un gruppo di coetanei. Eppure fatti di questo genere sono il risultato di un’assenza di politiche giovanili che sappiano cogliere i segnali e intervenire per colmare i disagi. Ne è convinto Mario Pollo, antropologo dell’educazione, già docente di sociologia e pedagogia all’Università Lumsa di Roma.

Medicina
Il primo trapianto al mondo di un cuore di maiale in un uomo
Il primo trapianto al mondo di un cuore di maiale in un uomo

E’ di pochi giorni fa la notizia dell’effettuazione del primo trapianto al mondo di un cuore di maiale in un uomo cardiopatico. Tecnicamente, si parla di “xenotrapianto” (trapianto da una specie animale ad un’altra). Si può facilmente comprendere come un tale esperimento, se coronato da un effettivo e duraturo successo, potrebbe rappresentare una significativa soluzione alla cronica carenza di organi da trapiantare.

Il ricordo
Dieci anni dalla morte di p. La Grua. Martinez: “Gigante della carità"

“Dieci anni fa lasciava questa terra, prossimo all’età di 98 anni, il francescano conventuale palermitano p. Matteo La Grua, tra gli iniziatori del Rinnovamento nello Spirito (Rns) in Italia. Uomo di grande intelligenza e cultura, di solidissima teologia, è stato decano mondiale degli esorcisti, grande evangelizzatore accreditato da Dio con molteplici segni e prodigi nel suo ministero sacerdotale”. Salvatore Martinez, presidente del Rinnovamento nello Spirito ricorda così padre La Grua a dieci anni dalla sua scomparsa.

Il ricordo
È rimasto quello di sempre
È rimasto quello di sempre

Lo scomparso presidente del Parlamento europeo faceva parte di un gruppo di amici che si raccoglieva attorno al giornalista Paolo Giuntella, quirinalista della Rai, intellettuale cattolico romano. “David mi è stato vicino quando è morto papà”, racconta la giornalista che lavora a Bruxelles. “Bastava uno sguardo per capirci”.

Funerali David Sassoli
Zuppi:
Zuppi: "David ci aiuta a guardare il cielo"

“Ci stringiamo ad Alessandra, che con David ha camminato mano nella mano dai banchi di scuola, a Livia e Giulio, ai suoi fratelli e sorelle e ai tanti che lo consideravano ‘uno di noi’, quasi istintivamente, per quell’aria priva di supponenza, di alterità, empatica, insomma un po’ per tutti un compagno di classe”. Così il card. Matteo Zuppi nell’omelia della messa per l’ultimo saluto a David Sassoli.

Dalle trincee in Ucraina
Zelinskyy: “Quando mi chiedono cosa è la guerra penso al fango”

“Quando mi chiedono cosa è la guerra, a me viene in mente il fango. Decine e decine di chilometri di fango”. Raggiunto telefonicamente padre Andriy Zelinskyy, cappellano militare della Chiesa greco-cattolica di Ucraina e da anni impegnato a fianco dei soldati sulle zone di confine, racconta come si vive in trincea. Le diplomazie mondiali manifestano preoccupazione per l’escalation di tensione nell’area. I colloqui tra la Nato e la Russia continuano a fallire e Kiev in queste ore è sotto un attacco informatico su larga scala.

Covid e bambini
Pontillo:
Pontillo: "Cresciute le difficoltà psicologiche”

Scuole aperte sì, scuole aperte no. Mentre la didattica in presenza è sulla bocca di tutti, gli adolescenti vivono una fase di crescente incertezza che genera in loro ansia e depressione. È un’altra conseguenza della pandemia che ha fatto scoppiare la bomba del problema nella fascia di popolazione più vulnerabile. Maria Pontillo, psicologa e psicoterapeuta del Bambino Gesù di Roma, spiega che ad essere cresciuto è anche il desiderio dei ragazzi di rimanere a casa.

Covid e salute mentale
Pensavalli:
Pensavalli: "Rischiamo una pandemia nella pandemia"

Bocciata la proposta del “bonus psicologo” di 50 milioni da inserire nella manovra finanziaria 2022 nonostante il disagio crescente nella popolazione, in particolare tra i più giovani. “Siamo di fronte ad un’emergenza salute mentale che rischia di diventare una pandemia nella pandemia”, avverte la psicoterapeuta Michela Pensavalli. “Nel nostro Paese – aggiunge – manca la cultura del benessere psicologico”.

Intervista ai media vaticani
Papa: "I genitori che affrontano ogni sfida per i loro figli sono eroi"

L’Anno speciale su San Giuseppe si è concluso l’8 dicembre scorso, ma l’attenzione e l’amore di Papa Francesco per questo Santo non si sono conclusi e anzi si sviluppano ulteriormente con le catechesi che, dal 17 novembre scorso, sta incentrando sulla figura del Patrono della Chiesa universale. Il Sir rilancia l’intervista del Papa con i media vaticani sull’essere genitori al tempo del Covid e la testimonianza di San Giuseppe, esempio di forza e tenerezza per i padri di oggi.

Camera ardente David Sassoli
Attestazioni di stima e affetto. Nel pomeriggio la visita del card. Bassetti
Attestazioni di stima e affetto. Nel pomeriggio la visita del card. Bassetti

Stima, rispetto, affetto. Sono parole che ricorrono tra le tante persone che da questa mattina stanno visitando la camera ardente allestita in Campidoglio per il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli. I primi a far visita il Capo dello Stato Sergio Mattarella e il presidente del Consiglio dei ministri Mario Draghi.

 

BASSETTI “Esempio per la classe politica”

FUNERALI DI STATO Concelebrano Zuppi, Betori, De Donatis e Gallagher

David Sassoli
Play
Una lunga fila alla camera ardente. Le testimonianze delle persone

L’apertura della camera ardente di David Maria Sassoli, il presidente del Parlamento europeo morto l’11 gennaio scorso, non è stata contraddistinta solamente dalle personalità che hanno portato il loro omaggio al feretro e le condoglianze alla famiglia, in primis proprio Sergio Mattarella e Mario Draghi, ma anche dalle tantissime persone che si definirebbero “comuni”. Tra loro gente di tutte le età che, con la propria testimonianza raccolta dal Sir, sottolinea il valore della parola “comune”.

Paolo Zucca
L’inflazione si è fatta cattiva, spegnerla non sarà facile
Paolo Zucca

L’inflazione ai tempi del Covid ha le stesse caratteristiche del passato con l’aggiunta tragica delle morti e delle spese sanitarie per una pandemia mondiale che non si riesce a placare. Nei mesi scorsi più fattori hanno contribuito al ritorno inflattivo: il prezzo del gas liquefatto è triplicato per i maxiacquisti estivi della Cina in ripresa, poi per ristrutturazioni dei gasdotti e per la tensione Russia-Ucraina. L’Europa si è ritrovata fragile e non a caso stanno rispuntando proposte di energia nucleare.

David Sassoli
Hollerich: “La sua eredità passa ai giovani europei”

A nome dei vescovi dell’Ue, il presidente della Comece, card. Jean-Claude Hollerich, esprime “profondo dolore per la morte di David Sassoli, presidente del Parlamento europeo”. “Sono profondamente rattristato – si legge in una nota diffusa dall’ufficio di Bruxelles della Comece – nell’apprendere la notizia della scomparsa del Presidente del Parlamento Europeo, David Sassoli. Era un uomo di valori e di dialogo, con un grande senso del dovere, che ha lavorato per il bene comune”.

PAPA “Credente animato di speranza e di carità”

CEI “Visione illuminata e passione per il bene comune”

Instagram
Dalle Diocesi
Chiesa
Cultura
Politica & Società
Esteri

Approfondimenti

Commenti al Vangelo

Almanacco
ALMANACCO LITURGICO
La Messa del Giorno e la liturgia delle Ore di ChiesaCattolica.it
APP
Scarica l’app ufficiale della Liturgia delle Ore per Smartphone e Tablet
BIBBIAEdu

Accesso completo alle traduzioni CEI del 2008 e del 1974, alla Bibbia Interconfessionale, alla Nova Vulgata, all’Antico Testamento ebraico ed aramaico, che riproduce il Westminster Leningrad Codex, e al Nuovo Testamento greco, che presenta il Greek New Testament della Society of Biblical Literature.