Quotidiano

Le nozze di Cana e la nuova alleanza
Luca De Santis

Riprende il tempo ordinario, ma avvertiamo ancora nella liturgia odierna, quanto abbiamo celebrato durante le festività natalizie. Animati dalle bellissime parole della prima lettura, tratta dal capitolo 62 del profeta Isaia, ci accostiamo, a riflettere sul primo segno che Gesù compie, nel vangelo di Giovanni, durante le nozze di Cana di Galilea. Gesù dimostra che l’amore del Padre è sempre attivo ed efficace per tutti i suoi figli e che se ognuno di noi è disposto a bere al Suo calice, colmo d’amore per l’umanità, può essere inserito in questa profonda relazione, divenendo, di conseguenza, segno di quell’amore capace di ridonare a tutti la gioia dell’esistenza.

Passo dopo passo durante l'anno
Diana Papa

Si apre un nuovo anno. Forse lo percorreremo con le luci e le ombre, con le gioie e le sofferenze, a volte in compagnia e a volte da soli. L’importante è che ognuno abbia chiara la meta da raggiungere, che non è il 31 dicembre, ma il seguire il Signore. Oggi dilaga il solipsismo: sembra che tutti corriamo insieme, ma di fatto ognuno porta acqua al proprio mulino, senza una motivazione profonda o senza verificare la fonte della sorgente. Anche noi credenti stiamo rischiando di cavalcare la logica dei tuttologi: ci manca forse un punto di appoggio! Dove abbiamo collocato il Signore nella nostra vita? Che cosa dice il Vangelo al nostro modo di vivere?

Violenze di Capodanno
Pollo: “Sono anni che non sento più parlare di politiche giovanili”
Pollo: “Sono anni che non sento più parlare di politiche giovanili”

Serve uno scossone forte, perché gli episodi di violenza pare non bastino. La società si dice scioccata per le aggressioni che alcune ragazze hanno subito in piazza Duomo da parte di un gruppo di coetanei. Eppure fatti di questo genere sono il risultato di un’assenza di politiche giovanili che sappiano cogliere i segnali e intervenire per colmare i disagi. Ne è convinto Mario Pollo, antropologo dell’educazione, già docente di sociologia e pedagogia all’Università Lumsa di Roma.

Medicina
Il primo trapianto al mondo di un cuore di maiale in un uomo
Il primo trapianto al mondo di un cuore di maiale in un uomo

E’ di pochi giorni fa la notizia dell’effettuazione del primo trapianto al mondo di un cuore di maiale in un uomo cardiopatico. Tecnicamente, si parla di “xenotrapianto” (trapianto da una specie animale ad un’altra). Si può facilmente comprendere come un tale esperimento, se coronato da un effettivo e duraturo successo, potrebbe rappresentare una significativa soluzione alla cronica carenza di organi da trapiantare.

Il ricordo
Dieci anni dalla morte di p. La Grua. Martinez: “Gigante della carità"

“Dieci anni fa lasciava questa terra, prossimo all’età di 98 anni, il francescano conventuale palermitano p. Matteo La Grua, tra gli iniziatori del Rinnovamento nello Spirito (Rns) in Italia. Uomo di grande intelligenza e cultura, di solidissima teologia, è stato decano mondiale degli esorcisti, grande evangelizzatore accreditato da Dio con molteplici segni e prodigi nel suo ministero sacerdotale”. Salvatore Martinez, presidente del Rinnovamento nello Spirito ricorda così padre La Grua a dieci anni dalla sua scomparsa.

Il ricordo
È rimasto quello di sempre
È rimasto quello di sempre

Lo scomparso presidente del Parlamento europeo faceva parte di un gruppo di amici che si raccoglieva attorno al giornalista Paolo Giuntella, quirinalista della Rai, intellettuale cattolico romano. “David mi è stato vicino quando è morto papà”, racconta la giornalista che lavora a Bruxelles. “Bastava uno sguardo per capirci”.

Funerali David Sassoli
Zuppi:
Zuppi: "David ci aiuta a guardare il cielo"

“Ci stringiamo ad Alessandra, che con David ha camminato mano nella mano dai banchi di scuola, a Livia e Giulio, ai suoi fratelli e sorelle e ai tanti che lo consideravano ‘uno di noi’, quasi istintivamente, per quell’aria priva di supponenza, di alterità, empatica, insomma un po’ per tutti un compagno di classe”. Così il card. Matteo Zuppi nell’omelia della messa per l’ultimo saluto a David Sassoli.

Dalle trincee in Ucraina
Zelinskyy: “Quando mi chiedono cosa è la guerra penso al fango”

“Quando mi chiedono cosa è la guerra, a me viene in mente il fango. Decine e decine di chilometri di fango”. Raggiunto telefonicamente padre Andriy Zelinskyy, cappellano militare della Chiesa greco-cattolica di Ucraina e da anni impegnato a fianco dei soldati sulle zone di confine, racconta come si vive in trincea. Le diplomazie mondiali manifestano preoccupazione per l’escalation di tensione nell’area. I colloqui tra la Nato e la Russia continuano a fallire e Kiev in queste ore è sotto un attacco informatico su larga scala.

Covid e bambini
Pontillo:
Pontillo: "Cresciute le difficoltà psicologiche”

Scuole aperte sì, scuole aperte no. Mentre la didattica in presenza è sulla bocca di tutti, gli adolescenti vivono una fase di crescente incertezza che genera in loro ansia e depressione. È un’altra conseguenza della pandemia che ha fatto scoppiare la bomba del problema nella fascia di popolazione più vulnerabile. Maria Pontillo, psicologa e psicoterapeuta del Bambino Gesù di Roma, spiega che ad essere cresciuto è anche il desiderio dei ragazzi di rimanere a casa.

Covid e salute mentale
Pensavalli:
Pensavalli: "Rischiamo una pandemia nella pandemia"

Bocciata la proposta del “bonus psicologo” di 50 milioni da inserire nella manovra finanziaria 2022 nonostante il disagio crescente nella popolazione, in particolare tra i più giovani. “Siamo di fronte ad un’emergenza salute mentale che rischia di diventare una pandemia nella pandemia”, avverte la psicoterapeuta Michela Pensavalli. “Nel nostro Paese – aggiunge – manca la cultura del benessere psicologico”.

Intervista ai media vaticani
Papa: "I genitori che affrontano ogni sfida per i loro figli sono eroi"

L’Anno speciale su San Giuseppe si è concluso l’8 dicembre scorso, ma l’attenzione e l’amore di Papa Francesco per questo Santo non si sono conclusi e anzi si sviluppano ulteriormente con le catechesi che, dal 17 novembre scorso, sta incentrando sulla figura del Patrono della Chiesa universale. Il Sir rilancia l’intervista del Papa con i media vaticani sull’essere genitori al tempo del Covid e la testimonianza di San Giuseppe, esempio di forza e tenerezza per i padri di oggi.

Camera ardente David Sassoli
Attestazioni di stima e affetto. Nel pomeriggio la visita del card. Bassetti
Attestazioni di stima e affetto. Nel pomeriggio la visita del card. Bassetti

Stima, rispetto, affetto. Sono parole che ricorrono tra le tante persone che da questa mattina stanno visitando la camera ardente allestita in Campidoglio per il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli. I primi a far visita il Capo dello Stato Sergio Mattarella e il presidente del Consiglio dei ministri Mario Draghi.

 

BASSETTI “Esempio per la classe politica”

FUNERALI DI STATO Concelebrano Zuppi, Betori, De Donatis e Gallagher

David Sassoli
Play
Una lunga fila alla camera ardente. Le testimonianze delle persone

L’apertura della camera ardente di David Maria Sassoli, il presidente del Parlamento europeo morto l’11 gennaio scorso, non è stata contraddistinta solamente dalle personalità che hanno portato il loro omaggio al feretro e le condoglianze alla famiglia, in primis proprio Sergio Mattarella e Mario Draghi, ma anche dalle tantissime persone che si definirebbero “comuni”. Tra loro gente di tutte le età che, con la propria testimonianza raccolta dal Sir, sottolinea il valore della parola “comune”.

Paolo Zucca
L’inflazione si è fatta cattiva, spegnerla non sarà facile
Paolo Zucca

L’inflazione ai tempi del Covid ha le stesse caratteristiche del passato con l’aggiunta tragica delle morti e delle spese sanitarie per una pandemia mondiale che non si riesce a placare. Nei mesi scorsi più fattori hanno contribuito al ritorno inflattivo: il prezzo del gas liquefatto è triplicato per i maxiacquisti estivi della Cina in ripresa, poi per ristrutturazioni dei gasdotti e per la tensione Russia-Ucraina. L’Europa si è ritrovata fragile e non a caso stanno rispuntando proposte di energia nucleare.

David Sassoli
Hollerich: “La sua eredità passa ai giovani europei”

A nome dei vescovi dell’Ue, il presidente della Comece, card. Jean-Claude Hollerich, esprime “profondo dolore per la morte di David Sassoli, presidente del Parlamento europeo”. “Sono profondamente rattristato – si legge in una nota diffusa dall’ufficio di Bruxelles della Comece – nell’apprendere la notizia della scomparsa del Presidente del Parlamento Europeo, David Sassoli. Era un uomo di valori e di dialogo, con un grande senso del dovere, che ha lavorato per il bene comune”.

PAPA “Credente animato di speranza e di carità”

CEI “Visione illuminata e passione per il bene comune”

EUROPA
Siamo europei perché amiamo i nostri Paesi

“Abbiamo bisogno di visione e per questo serve la politica”. Nel suo intervento di insediamento alla presidenza del Parlamento Ue, pronunciato a Strasburgo il 3 luglio 2019 (ne riproponiamo alcuni stralci), David Sassoli affrontò alcuni temi-chiave della costruzione europea. Il suo mandato sarebbe terminato la prossima settimana.

Covid e bambini
Villani:
Villani: "I pediatri non hanno mai banalizzato il problema"

Nella lotta al Covid-19, i bambini sono alla resa dei conti. Il virus circola in maniera massiva fra i non vaccinati. Fra questi ci sono anche i più piccoli che in queste ore affollano gli ospedali. Per Alberto Villani, direttore del Dipartimento di emergenza, accettazione e pediatria generale dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, i rischi in età pediatrica dati dalla malattia sono sempre stati preoccupanti.

Lettera ai vescovi
Cei: raccomandata la mascherina FFP2
Cei: raccomandata la mascherina FFP2

Per le celebrazioni liturgiche “non è richiesto il Green Pass, ma si continua a osservare quanto previsto dal Protocollo Cei-Governo del 7 maggio 2020, integrato con le successive indicazioni del Comitato Tecnico-Scientifico: mascherine, distanziamento tra i banchi, niente scambio della pace con la stretta di mano, acquasantiere vuote”. Lo scrive la Segreteria generale della Cei in una lettera ai vescovi italiani che richiama le norme introdotte dagli ultimi decreti legge.

Kazakistan
Vescovo di Karaganda: "I problemi si possono risolvere pacificamente"

Giornata di lutto nazionale oggi in Kazakistan per le oltre 160 vittime dei disordini. “I cattolici del Paese, uniti in preghiera con Papa Francesco, pregano per il riposo delle anime delle persone uccise durante i disordini”, si legge sul portale della Chiesa cattolica nel Paese, che riporta le parole pronunciate dal Pontefice, ieri dopo la preghiera dell’Angelus.

 

VESCOVI Giornata di lutto nazionale per le vittime dei disordini

MISSIONARIA “Sosteniamo come possiamo la gente del posto”

Scuola e Dad / 1
Uecoop: “Una famiglia su 4 senza accesso a internet
Uecoop: “Una famiglia su 4 senza accesso a internet"

“In Italia più di una famiglia su 4 (25,3%) non dispone di un accesso internet a banda larga in grado di supportare massicci flussi di dati e collegamenti audio video necessari alla Dad, la didattica a distanza”. È quanto emerge dall’analisi dell’Unione europea delle cooperative (Uecoop) su dati Istat in riferimento al rischio di ritorno alla Dad per studenti e docenti.

Aifo
Gli amici di Follereau e la lotta contro tutte le lebbre
Gli amici di Follereau e la lotta contro tutte le lebbre

Parlare di lebbra oggi sembra anacronistico. Eppure c’è chi si impegna per portare avanti instancabilmente il messaggio del giornalista e poeta francese Raoul Follereau perché la lebbra e, soprattutto, lo stigma dell’emarginazione non sono affatto sconfitti. È il caso di Aifo, unica ong italiana partner dell’Organizzazione mondiale della sanità, che proprio quest’anno festeggia i 60 anni dalla sua fondazione.

Mozambico e Sudafrica
Gli auspici dei missionari per il nuovo anno
Gli auspici dei missionari per il nuovo anno

Sono tante le preoccupazioni di alcuni missionari che vivono a Beira e Nacala, in Mozambico e a Cape Town in Sudafrica: la pace che non è solo assenza di guerra ma opportunità di lavoro e educazione, la cura dei migranti e dei rifugiati, la libertà da forme di sfruttamento neocoloniale sulle risorse minerarie e altre materie prime, che in queste zone abbondano. Gli auspici per il nuovo anno.

Alessandro Di Medio
Di stelle comete e catastrofi globali. “Don’t look up” e la sua ispirazione
Alessandro Di Medio

Una stella cometa non foriera di Vita, come quella di 2000 anni fa, ma di morte: in entrambi i casi, comete che costringono l’umanità a fermarsi, a guardare in alto, a fare i conti con l’essenziale. E dunque a scegliere se riconciliarsi o meno. E così, mentre i ricchi e i potenti fuggono verso la loro morte nelle tenebrose profondità dello spazio, i protagonisti si ritrovano per una bella cena, la loro ultima cena, in senso letterale e spirituale: sarà l’ultima perché moriranno, ma sarà l’ultima anche perché in essa parlano chiaramente tutti gli elementi eucaristici dell’Ultima Cena archetipa, quella nel Cenacolo.

Epifania
Papa Francesco: "Anche nelle notti più oscure brilla una stella"

Nella solennità dell’Epifania, il Papa indica i magi come stella polare per comprendere il segreto della vita: “saper desiderare”. Cita Van Gogh e Sant’Agostino e spiega che “la crisi della fede ha anche a che fare con la scomparsa del desiderio di Dio”. No alla “dittatura dei bisogni” e alla “tristezza di una vita piatta”.

 

MESSAGGIO GIORNATA MISSIONARIA “Continuo a sognare la Chiesa tutta missionaria”

UDIENZA “Non avere paura di scegliere la via dell’adozione”

GRIFFINI “Accogliere bambino abbandonato è scelta di amore”

Rivelazione del dono più grande
Marco Testi

La corruzione del nome greco epifania, rivelazione della divinità di Gesù, che si è manifestato anche in altri episodi ma che è divenuta tradizione in rapporto ai magi di cui parla peraltro solo Matteo, ha portato al nome con il quale da noi viene ricordato – soprattutto ai piccoli – il 6 gennaio. Ma ci sono alcuni particolari che ci riportano agli scavi di Ҫatal Hϋyϋk, al culto dei defunti, che è diffuso in maniera non dissimile anche nelle tradizioni regionali italiane. Antichissime cerimonie che si intersecano con riti funebri, cui dobbiamo associare dei riferimenti che vengono da molto più vicino cronologicamente.

Instagram
Dalle Diocesi
Chiesa
Cultura
Politica & Società
Esteri

Approfondimenti

Commenti al Vangelo

Almanacco
ALMANACCO LITURGICO
La Messa del Giorno e la liturgia delle Ore di ChiesaCattolica.it
APP
Scarica l’app ufficiale della Liturgia delle Ore per Smartphone e Tablet
BIBBIAEdu

Accesso completo alle traduzioni CEI del 2008 e del 1974, alla Bibbia Interconfessionale, alla Nova Vulgata, all’Antico Testamento ebraico ed aramaico, che riproduce il Westminster Leningrad Codex, e al Nuovo Testamento greco, che presenta il Greek New Testament della Society of Biblical Literature.