Quotidiano

Incontro Sant'Egidio
Papa Francesco: "La pace è la priorità di ogni politica"

Dalla piazza del Campidoglio, “cuore della città” di Roma, il Papa prega con i leader religiosi mondiali e lancia con loro un appello di pace. Un minuto di silenzio per ricordare le vittime della pandemia e delle guerre. “La pace è la priorità di ogni politica”, afferma Francesco esortando a partire da alcuni “obiettivi raggiungibili”, come l’impegno comune per un vaccino “idoneo e accessibile a tutti”.

 

BARTOLOMEO “Inizia il tempo dell’agire”

Incontro Sant'Egidio / 1
In piazza del Campidoglio con i leader religiosi mondiali
In piazza del Campidoglio con i leader religiosi mondiali

In attesa del discorso del Papa, che conclude l’incontro di oggi con i leader mondiali delle religioni in piazza del Campidoglio, ripercorriamo alcune “tappe” dei messaggi indirizzati alla Comunità di Sant’Egidio, organizzatrice dell’iniziativa di preghiera per la pace nello spirito di Assisi, in memoria dello storico incontro interreligioso promosso da San Giovanni Paolo II  il 27 ottobre 1986. In queste 34 edizioni, Francesco aveva partecipato di persona ad Assisi nel 2016.

Incontro Sant'Egidio / 2
Bartolomeo: “Irradiare nel mondo gesti di fraternità e di speranza”
Bartolomeo: “Irradiare nel mondo gesti di fraternità e di speranza”

“Irradiare nel mondo un sentimento di fraternità, concreto, tangibile, con il quale saper accogliere ogni fratello e sorella e allo stesso tempo rendere ogni nostra azione operativa, capace di gesti nuovi, gesti di lungimiranza, gesti di speranza nella storia della umanità”. È quanto ha esortato a fare il patriarca ecumenico di Costantinopoli, Bartolomeo I, intervenendo ieri sera a Roma alla preghiera per la pace che si è svolta nella basilica di Santa Maria in Trastevere.

Ecologia integrale
Cei: nasce il Cammino Laudato si' per i 25 anni di Policoro

Il “Cammino Laudato si’” è una nuova via di pellegrinaggio che unisce la valorizzazione del territorio e un approccio esperienziale ai temi dell’ecologia integrale. È un’iniziativa dell’Ufficio nazionale per i problemi sociali e il lavoro della Cei, promossa in collaborazione con l’Ufficio nazionale per la pastorale del tempo libero, turismo e sport della Cei e la diocesi di Tursi-Lagonegro, in occasione del 25° anniversario del Progetto Policoro.

Consegna onorificenze
Mattarella:
Mattarella: "Prevalga l’interesse generale di sconfiggere la pandemia"

Oltre a “cure, terapie, organizzazione sanitaria efficace ed efficiente” per questa nuova fase dell’emergenza per il coronavirus Covid-19 “occorre la responsabilità collettiva, occorrono comportamenti diffusi di tutti, nel nostro Paese, perché tutti siamo chiamati a contribuire a sconfiggere la pandemia e la diffusione del contagio da virus”. È l’esortazione rivolta oggi dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel corso della cerimonia con la quale al Quirinale ha consegnato le onorificenze di Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana.

 

VIDEO Le voci dei premiati, di Augusto Cantelmi

EUROPA
Parlamento europeo: bilancio comune più ampio per superare Covid-19

Quasi otto intervistati su dieci (77%; in Italia l’81%) sostengono che l’Ue “dovrebbe fornire fondi ai Paesi dell’Unione solo a condizione che il governo nazionale rispetti lo stato di diritto e i principi democratici”. Almeno sette intervistati su dieci concordano con questa affermazione in 26 Paesi dell’Ue. Lo rivela un sondaggio svolto su indicazione del Parlamento europeo, i cui risultati vengono resi noti oggi, mentre a Bruxelles è in corso la plenaria dell’Assemblea.

EUROPA
Kondrusiewicz:

Vivere “in esilio forzato” lontano dalla propria terra e soprattutto dai propri fedeli “è difficile perché non posso incontrare nessuno, non posso vedere nessuno. Posso solo vivere in una unità spirituale con la mia gente nella preghiera. Posso sempre ripetere: Fiat voluntas tua”. Con queste parole l’arcivescovo Tadeusz Kondrusiewicz, metropolita di Minsk-Mogilev, racconta al Sir come sta vivendo questo periodo di allontanamento forzato dalla Bielorussia.

Nuovo Dpcm
Conte: “Misure per evitare un lockdown generalizzato”

“La strategia che stiamo perseguendo per contrastare la nuova ondata di contagi non è e non può essere la stessa attuata in primavera. In questi mesi abbiamo lavorato intensamente. Dobbiamo impegnarci per tutelare la salute ma anche l’economia, agendo con misure nel segno dell’adeguatezza e della proporzionalità”. Lo ha affermato ieri sera il presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, nel corso della conferenza stampa in cui ha presentato le misure del nuovo Dpcm che aggiorna quello del 13 ottobre imponendo ulteriori restrizioni.

Cile
Bruciate due chiese a Santiago: violenze e saccheggi
Bruciate due chiese a Santiago: violenze e saccheggi

Una manifestazione oceanica in buona parte pacifica. Ma anche saccheggi, chiese incendiate, scontri con Polizia e Carabinieri. Il Cile, e in particolare la capitale Santiago, ha vissuto ieri ore di violenza cieca e terrore, nel primo anniversario dell’inizio delle proteste del 2019, che avevano appunto preso avvio il 18 ottobre, e a una sola settimana dal plebiscito per dare vita a una nuova Costituzione.

Bolivia
Trionfa Arce: la chiarezza del risultato aiuta la pacificazione
Trionfa Arce: la chiarezza del risultato aiuta la pacificazione

Luis Arce, ex ministro dell’Economia dell’ex presidente Evo Morales ha vinto le elezioni presidenziali in Bolivia. Una vittoria più ampia rispetto a sondaggi – Arce è accreditato del 53% dei voti – , che contemplavano la possibilità di un ballottaggio. Nelle sue prime parole, Arce ha lanciato un appello per un Governo di unità nazionale. La presidente uscente ad interim Jeanine Añez ha riconosciuto il risultato e rivolto un appello alla pacificazione.

Usura
Gualzetti: "Una questione economica e culturale"

Dal 10 ottobre la Consulta nazionale antiusura ha un nuovo presidente: Luciano Gualzetti. “Il Covid ha fatto esplodere tutta una serie di contraddizioni e di fragilità, che erano già presenti prima”, ci dice di fronte a un quadro sempre più preoccupante di imprese e famiglie messe in ginocchio dalla crisi e, perciò, a maggior rischio di finire indebitate.

Dopo il sequestro
Padre Maccalli si racconta: "Anche in catene ero sempre missionario"

“La forza mi è venuta dall’alto, ne sono convinto. Ho pianto, pregato e invocato Maria e lo Spirito Santo. Sono stati 2 anni di grande silenzio, tristezza e isolamento da 41 bis (nessuna comunicazione con l’esterno)”. Così descrive al Sir il periodo di prigionia il missionario della Società delle Missioni Africane, liberato dopo più di due anni, lo scorso 8 ottobre, in Mali. Era stato rapito la notte del 17 settembre 2018 nella missione di Bomoanga, in Niger, da un gruppo armato.

RomaFF15
Alla Festa del Cinema l’atteso doc “Mi chiamo Francesco Totti”

“Mi chiamo Francesco Totti” di Alex Infascelli, racconto in primo piano della vita e della carriera dell’indimenticato capitano della Roma, che ha lasciato la serie A nel 2017. Il documentario è stato accolto alla proiezione della stampa con un lungo applauso. In cartellone sabato 17 ottobre è anche il giorno del cinema francese con François Ozon, che presenta il mélo “Éte 85”, come pure del giovane messicano Rodrigo Fiallega con il fosco dramma “Ricochet”.

 

QUARTO GIORNO  “Tigers” sull’ex promessa dell’Inter Bengtsson e “Palm Springs”

Povertà ed esclusione sociale: come è peggiorata la situazione con la pandemia?
Francesco Soddu

Preoccupa lo scenario nazionale e internazionale: in Europa e in Italia si registra nel secondo trimestre del 2020 una grave flessione del Pil, il calo più marcato da quando si dispongono delle serie storiche (1995); in discesa anche l’occupazione a favore della crescita dell’inattività. Sembra, dunque, profilarsi il rischio di una grave recessione – che potrebbe essere, secondo alcuni, la più austera dalla grande depressione – che produrrà un impatto evidente sul benessere e la vita delle persone, favorendo anche la nascita di nuove forme di povertà. Il tutto si innesta in un tessuto, quello italiano, dove sono ancora evidenti gli effetti della crisi economica del 2008 e dove i poveri assoluti, privi cioè dei beni essenziali, sono oltre 4,5 milioni.

Covid-19
Mons. Pezzi contagiato: “Mi sento indifeso, nelle mani di un mistero”

“Più della paura di morire, quello che si prova è un senso di vertigine come quando si è sospesi nel vuoto”. Ma la malattia, con il passare dei giorni, diventa “un’occasione di conversione per la mia vita e per il mio servizio”. Così il metropolita dell’arcidiocesi della Madre di Dio a Mosca racconta al Sir come sta vivendo la malattia del Coronavirus dopo aver annunciato di essere positivo al Covid in un video-messaggio.

Alla scuola
Il Manifesto degli studenti di Azione cattolica
Il Manifesto degli studenti di Azione cattolica

Il Movimento degli studenti dell’Azione cattolica lancia “La sfida possibile”, un documento di proposte e iniziative per vivere la scuola di domani: più attenzione all’ambiente, meno ai voti numerici. Sì al ritorno del medico e all’apertura dello sportello psicologico perché le figure di riferimento servono e non è detto che fuori le mura scolastiche ci siano.

Elezioni Usa
Trump-Biden: il confronto di due idee di Paese e stili di leadership

Due Americhe a confronto è l’esito del secondo dibattito della campagna elettorale americana. Ieri sera il presidente Donald Trump si sarebbe dovuto incontrare con Joe Biden e insieme avrebbero dovuto rispondere alle domande del pubblico, ma la town hall, così è chiamato questo appuntamento, si è svolta separatamente, dopo che Trump si è rifiutato di tenere il dibattito online con il suo avversario a causa della positività al Covid.

Global Compact on Education
 La Fism con il Papa: educare è speranza
La Fism con il Papa: educare è speranza

Nella sua destinazione universale e nel coinvolgimento dichiaratamente esteso alla più vasta platea di ruoli e professioni è un patto certamente esigente quello che ieri papa Francesco ha rilanciato nel suo videomessaggio ai partecipanti al “Global compact on education”. Esigente sì, e tuttavia pienamente in sintonia con gli obiettivi che, da sempre, si prefigge una realtà come la Fism (Federazione italiana scuole materne).

Non una visione romantica della fraternità ma una proposta impegnativa
Matteo Truffelli

È nella fraternità, ci dice Francesco, che ciascuno di noi – persone, gruppi, società, nazioni – può uscire dalla solitudine dell’egoismo che ci isola, per sentirci parte della grande famiglia umana. Stando ben attenti, tuttavia, a non perderci nell’indifferenziazione di un “universalismo autoritario e astratto”, che “mira consapevolmente a un’uniformità unidimensionale e cerca di eliminare tutte le differenze” (n. 100). La fraternità, infatti, si nutre di diversità, perché riconosce la pluralità come ricchezza. Non si tratta, e le pagine dell’enciclica lo sottolineano più volte, di coltivare delle “utopie”, aspirazioni astratte senza tempo e senza luogo. Si tratta piuttosto di dare carne a un progetto che parte proprio dalla consapevolezza della sua apparente inattualità.

Global Compact on Education
Papa Francesco: "Sottoscrivere un patto educativo globale"

“Educare è sempre un atto di speranza che invita alla co-partecipazione e alla trasformazione della logica sterile e paralizzante dell’indifferenza in un’altra logica diversa, che sia in grado di accogliere la nostra comune appartenenza”. Lo dice Papa Francesco, in un videomessaggio ai partecipanti all’evento per il Global Compact on Education, presentato oggi pomeriggio, presso la Pontificia Università Lateranense, nel corso dell’iniziativa promossa dalla Congregazione per l’Educazione cattolica.

Le ragioni profonde per cui siamo tutti fratelli
Francesco Bonini

Il patto proposto dal Papa, a sua volta sollecitato in questa direzione da tanti autorevoli esponenti di organizzazioni mondiali e di religioni non cristiane, ovvero dai frutti del suo dialogare a tutto campo, è esigente. Convergere su questo impegno significa anche accettare una visione della persona aperta e un grande investimento appunto globale. Tuttavia questo investimento passa prima di tutto attraverso la consapevolezza che non si può non cominciare da tanti, tantissimi gesti concreti, in tutto il mondo, che già sono in atto e cui bisogna dare rispiro, forza, coraggio. Il patto globale insomma indica un obiettivo grande, ma anche permette di mettere in rete e valorizzare tante energie, spesso mortificata. Un processo di portata storica, insomma che passa attraverso l’impegno di tutti e di ciascuno. Senza alibi per nessuno.

Instagram
Cesena
fisc Missionari
Qua la distanza sociale è di due metri

I nostri missionari ci scrivono. Padre Tonino Pasolini: “Qua la distanza sociale è di due metri. Con la radio siamo impegnati per gli annunci di servizio pubblico sulla pandemia. Le nostre restrizioni sono simili a quelle che avete voi. Tutte le scuole rimangono chiuse. Tutte le chiese e le moschee sono chiuse. Tutti i confini sono chiusi”, dice il missionario cesenate. Con la radio “Rafforziamo le pratiche sicure. Combattiamo la paura. Soprattutto, combattiamo notizie false e informazioni distorte”.

Dalle Diocesi
Chiesa
Cultura
Politica & Società
Esteri

Approfondimenti

Commenti al Vangelo

Almanacco
ALMANACCO LITURGICO
La Messa del Giorno e la liturgia delle Ore di ChiesaCattolica.it
APP
Scarica l’app ufficiale della Liturgia delle Ore per Smartphone e Tablet
BIBBIAEdu

Accesso completo alle traduzioni CEI del 2008 e del 1974, alla Bibbia Interconfessionale, alla Nova Vulgata, all’Antico Testamento ebraico ed aramaico, che riproduce il Westminster Leningrad Codex, e al Nuovo Testamento greco, che presenta il Greek New Testament della Society of Biblical Literature.