Quotidiano

Francesco Bonini
L'Ue è un quadro di cui non si può fare a meno
Francesco Bonini

Qualcuno, a caldo, aveva parlato di Terza Repubblica. Queste settimane ci mostrano come la realtà sia assaipiù prosaica, in termini politici e in termini istituzionali. Per la ridefinizione del quadro politico, ovvero del profilo dei partiti, operazione complicata, ma necessaria, il traguardo sono le elezioni per il Parlamento europeo, nella prossima primavera. Si vedrà in quella prospettiva come i nostri partiti, vecchi e nuovi, si allineeranno appunto in un quadro europeo, dal quale, al di là degli –ismi vecchi e soprattutto nuovi, come populismo, sovranismo, europeismo, che attizzano le propagande, non si può fare a meno. Il riferimento europeo ci porta alle questioni istituzionali. Perché, come dimostra l’attuale affanno inglese a disegnare credibili modalità di uscita, l’Unione è un quadro di cui non si può fare a meno. Anche se si moltiplicano le occasioni di contenzioso sollevate dagli Stati Uniti di Trump, cosa che aggiunge incertezza e conflittualità.

Documento
Comuni e costruttori insieme per
Comuni e costruttori insieme per "facilitare" le opere pubbliche

Un’inedita alleanza all’insegna dello slogan: far ripartire i cantieri per far ripartire l’Italia. Il codice degli appalti, varato nel 2016, ha rappresentato una novità importantissima per il nostro Paese, anche sul fronte della lotta alla corruzione. Ma nel tempo su 66 provvedimenti attuativi ne sono stati adottati meno della metà e nel complesso si è determinata una situazione normativa complessa.

Nicaragua
Gutiérrez: "Repressione violenta, ma la Chiesa sta con il popolo"

A raccontare come stanno andando le cose è, al telefono con il Sir, un sacerdote salesiano, padre César Augusto Gutiérrez. Vive nel collegio San Giovanni Bosco e a lui è affidata la cura pastorale della chiesa più centrale di Masaya, quella di San Sebastiano: “La città è completamente militarizzata, le barricate non ci sono più, ma la polizia speciale va di casa in casa, in cerca soprattutto dei giovani che capeggiavano la resistenza. Pare che le vittime del 17 luglio siano quattro, tra cui un poliziotto. I feriti sono molti e così le persone che sono state portate via e incarcerate. Tanti sono fuggiti”.

Massimo Naro
Paolo Borsellino: quando la legalità s’intreccia con la giustizia
Massimo Naro

La “giurisprudenza” di Borsellino non si risolse soltanto in dottrina giuridica e non fu meramente teorica, attenta cioè esclusivamente alla lettera dei codici e ai cavilli che vi si nascondono. Il suo sapere giuridico, piuttosto, fece tutt’uno con il suo vissuto di persona giusta, la sua osservanza delle leggi fu l’abito di cui si rivestiva la sua interiore giustizia. Fu così che la legalità, nella sua vicenda – come in quella di Giovanni Falcone e di tante altre vittime innocenti delle mafie -, non si travisò in retorica e men che meno degenerò in tornaconto carrieristico, ma s’intrecciò effettivamente con la giustizia.

Reportage da Atene/2
Due esperti:
Due esperti: "Il tessuto sociale della Grecia è a brandelli, ma anche stavolta ci rialzeremo"

La crisi non è finita e nemmeno i sacrifici. La prossima uscita della Grecia dal programma di salvataggio della Troika, fissata il 20 agosto, non solo non metterà la parola fine a 8 anni di recessione, ma sarà anche preludio a una nuova stagione di tagli e sacrifici. Ne sono convinti il commercialista Giorgio Konstantes e l’avvocato Levantis Dimitrios che elencano le ferite tutt’ora aperte provocate dalla crisi nel Paese ellenico.

 

REPORTAGE 1 Caritas Grecia: “Il Paese è scoraggiato. Nessuna luce in fondo al tunnel” / SCHEDA

Nuovo presidente Ucoii
Yassine Lafram, il volto giovane dell’Islam.
Yassine Lafram, il volto giovane dell’Islam. "Insieme costruiamo una società migliore"

Un appello ai cattolici e ai musulmani del nostro Paese: “Vorrei dire loro di superare preconcetti e distanze. Tutti li abbiamo maturati in questi anni dentro di noi. Ma oggi abbiamo un compito importante ed è un compito che le nostre comunità condividono: rendere la società italiana migliore di quella che è”. Parla al Sir Yassine Lafram, 32 anni, eletto nei giorni scorsi nuovo presidente dell’Unione delle comunità e organizzazioni islamiche italiane (Ucoii). Tra le priorità del nuovo direttivo: la mappatura dei luoghi di culto, la lotta alla radicalizzazione nelle carceri, l’educazione e la formazione dei giovani.

Migranti
Quegli occhi sbarrati e terrorizzati di Josephine: un tatuaggio dell’animo

Se mi ritengo persona umana dinanzi allo sguardo di Josephine, posso ancora dormire nel mio letto, sfamarmi, godermi relazioni di amicizia e pensare alle vacanze? Non scardina ogni carapace di autodifesa? Non mette a nudo chi siamo? Persone che persone osano dirsi tali? Ancora osiamo? Dovremmo lasciarci invadere da quanto rimuoviamo: la vergogna che vorrebbe emergere, se solo glielo consentissimo.

Lettera
Vescovi della Toscana: purificare il linguaggio alla
Vescovi della Toscana: purificare il linguaggio alla "scuola di Barbiana"

Lettera pastorale dei vescovi della Toscana su “comunicazione e formazione a 50 anni dalla morte di don Lorenzo Milani”. Alla luce della storica visita del Papa a Barbiana i vescovi invitano a riflettere su “quegli interrogativi e quelle provocazioni” che vennero lanciate dal “Priore”. Autentiche “cariche di esplosivo” che come aveva previsto lui stesso, non avrebbero smesso “di scoppiettare per almeno cinquant’anni”.

Lo scarso successo delle politiche economiche poco attente ai vincoli fra entrate e uscite
Paolo Zucca

Abbondano le risposte a muso duro alle richieste di “aggiustamenti strutturali”,  cioè manovre o manovrine, nel 2018 e nel 2019. La Commissione europea è ritenuta un luogo ostile, nonostante la Corte dei Conti europea ( che rivede in autonomia entrate e uscite Ue) abbia certificato che i Governi italiani abbiano beneficiato più di altri in questi anni di una grande flessibilità. I tempi cominciano a stringere e da settembre tante idee economiche dovranno fare i conti con le compatibilità di bilancio mentre l’economia rallenta. L’Fmi ha ridotto le stime di crescita in questi giorni all’1,2% per l’anno in corso e all’1% per il prossimo (era 1,5% e 1,1%). Non mancherà l’attenzione di chi, dall’estero e dall’Italia, continua a prestare soldi allo Stato. Il nuovo Governo ritiene di avere buone carte da contrapporre al pressing delle diverse istituzioni europee. Si vedrà…

Il bilancio di Russia 2018
Tommasi:
Tommasi: "Quando c’è equilibrio aumenta lo spettacolo, anche la Serie A dovrebbe essere così"

“Il Mondiale è una competizione in cui la storia pesa e l’esperienza conta più del resto. Questo lo si avverte in campo. Dovrebbero riflettere anche i dirigenti dei vari campionati nazionali. Quando c’è equilibrio aumenta lo spettacolo, mentre i tanti campionati europei stanno vivendo una crisi di competitività allargata”. Così Damiano Tommasi, presidente dell’Associazione italiana calciatori e campione d’Italia nel 2001 con la Roma, all’indomani della finale del Mondiale in Russia.

Caporalato
Coldiretti: incentivi ad aziende virtuose e azioni su collocamento e trasporto
Coldiretti: incentivi ad aziende virtuose e azioni su collocamento e trasporto

Trasporto e collocamento. Per Romano Magrini, responsabile lavoro di Coldiretti, sono i due principali nodi da risolvere per contrastare il caporalato che coinvolge circa 400 mila lavoratori agricoli in tutte le regioni italiane con un business di quasi 5 miliardi di euro. A quasi due anni dalla 199/2016 che ha introdotto il reato di caporalato, Magrini sostiene che la legge ha già dato buoni risultati – oltre 100 indagati di cui alcuni già in carcere – ma che può essere perfezionata. Sul piano della prevenzione, dice, “si potrebbe ad esempio prevedere una premialità, degli incentivi per le imprese ‘virtuose’ che non sfruttano i lavoratori e scelgono di stare dalla parte della legalità e della trasparenza”. Sul piano del contrasto servono invece “azioni concrete” sul territorio.

Nuovo studio sulla Sindone
Nosiglia:
Nosiglia: "Non è tanto oggetto di scienza ma soggetto di pastorale"

L’arcivescovo Custode propone due criteri di riferimento: “scientificità” e “neutralità”. Cioè: non si faccia ricerca sulla Sindone partendo da “ipotesi pregiudiziali”, di cui poi inevitabilmente si vorrebbe avere conferma, ma si svolga invece un lavoro realmente scientifico in modo da accrescere la conoscenza del Telo, mettendo a disposizione dell’intera comunità scientifica mondiale risultati di sperimentazioni che siano autorevoli e credibili. La “neutralità” della scienza dovrebbe essere il riferimento naturale per chi opera in tali contesti.

Croazia mondiale
Don Matosevic:
Don Matosevic: "La vittoria dei nostri è la vittoria di ogni croato"

“Anche San Giovanni Paolo II era secondo e non primo”, scherza don Domagoj Matosevic, rettore di Maria Bistrica, il maggior santuario croato. Lui è andato ben due volte in Russia per vedere i “focosi”. Ma per il sacerdote croato, ex giocatore professionista di pallamano, il calcio è più di una passione. Oltre a giocare nella nazionale dei sacerdoti, don Matosevic segue la nazionale croata ovunque nel mondo.

EUROPA
La Lituania attende Papa Francesco.

Nel mese di settembre il Papa visiterà i tre Stati baltici: prima tappa sarà la Lituania, seguita da Estonia e Lettonia. Il segretario generale aggiunto della Conferenza episcopale racconta al Sir l’attesa e la preparazione per l’appuntamento con il pontefice venticinque anni dopo lo storico incontro con Giovanni Paolo II, all’indomani della ritrovata libertà dopo la caduta dell’Urss.  Una fede fatta di tradizioni che si misura con la secolarizzazione. I giovani “segno incoraggiante”.

Processo di pace in Corea
Ki-heon: "Il ricongiungimento delle famiglie è una priorità assoluta"

“Il cammino della pace che tutti i coreani desideravano, è cominciato. Non potevamo prevederlo fino all’inverno scorso. Sono molto speranzoso. Credo che il Signore abbia ascoltato la nostra preghiera”. A parlare è monsignor Peter Lee Ki-heon, vescovo della diocesi di Uijeongbu e presidente della Commissione episcopale per la riconciliazione del popolo coreano. Nato a Pyongyang nel dicembre 1947, aveva 4 anni quando nel 1951 in seguito alla guerra di Corea, fu costretto a lasciare il Paese. Nel Nord rimasero due sorelle; la madre ha sempre vissuto con il cuore spezzato. “Credo che l’incontro delle famiglie separate debba essere una priorità assoluta”.

Oliviero Forti
Le mezze verità sui numeri relativi ai migranti in Italia
Oliviero Forti

La Chiesa italiana, attraverso la sua rete territoriale, ha attivato oltre 23mila accoglienze in 139 diocesi (di cui 3.200 nello Sprar e altrettanti in parrocchie e istituti religiosi), una parte delle quali vengono finanziate con fondi propri o attraverso l’8×1000. Numeri importanti che raramente vengono citati dalle fonti ufficiali, ma che è importante menzionare perché raccontano lo straordinario lavoro che le organizzazioni stanno portando avanti responsabilmente a fianco delle istituzioni.

EUROPA
Vescovi su elezioni: “Non si prendano decisioni per conto di altre nazionalità”

L’appello verso i cattolici e tutti gli uomini di buona volontà è prima di tutto a “registrarsi per poter esercitare il proprio diritto di voto”, quale “obbligo morale nei confronti della società in cui si vive”. “Le elezioni politiche in ogni società democratica rappresentano un evento importante, occasione di un inizio nuovo”, scrivono i vescovi del Paese balcanico.

L’Aquila, nove anni dopo
Nell'area del "doppio cratere" dove la ricostruzione è "tutta in salita"

Viaggio nell’area del “doppio cratere”, vale a dire la zona colpita prima dal sisma del 2009 e poi da quello del 2016. Tra burocrazia e lungaggini “le ricostruzioni” stentano a partire. Le speranze adesso si appuntano tutte sulla ordinanza n. 51 del 28 marzo 2018 riguardante gli “interventi di ricostruzione su edifici pubblici e privati già interessati da precedenti eventi sismici” che dovrebbe mettere un po’ di ordine nella normativa da applicare.

Alleanza
Trump alza la voce al vertice Nato, ma le decisioni erano già prese
Trump alza la voce al vertice Nato, ma le decisioni erano già prese

“I Paesi europei dovrebbero non solo aumentare le spese per la difesa, che sono effettivamente basse, ma fare investimenti insieme in capacità militari ed equipaggiamenti per intervenire anche laddove gli Usa non fossero interessati”. Ne è convinto Alessandro Marrone, responsabile del programma “Difesa” dello Iai (Istituto affari internazionali), a conclusione del summit a Bruxelles: “Date le premesse, si è raggiunto tutto sommato un risultato positivo”.

Corte dei conti
L'emergenza demografica è la questione centrale anche per la finanza pubblica
L'emergenza demografica è la questione centrale anche per la finanza pubblica

“Nei prossimi anni, il bilancio pubblico sarà fortemente condizionato dall’invecchiamento della popolazione e dalle modifiche della struttura demografica. È un fenomeno i cui tratti essenziali sono noti da tempo, ma che, stando a nuove stime prodotte nelle sedi preposte (Istat, RGS, Commissione europea), potrebbe avere effetti sulla spesa per la protezione sociale (previdenza, assistenza e sanità) più acuti di quanto finora atteso”. Lo ha affermato il consigliere della Corte dei conti, Enrico Flaccadoro, illustrando il Rapporto 2018 sul coordinamento della finanza pubblica, presentato questa mattina alla Camera.

Legalità
Anac:
Anac: "Corruzione e malaffare non sono più considerati normali"

Da gennaio a maggio 2018, i fascicoli aperti dall’Anac sono stati 334 mentre in tutto il 2017 erano stati 364, 174 nel 2016 e appena 125 nel 2015. Per Michele Corradino, commissario dell’Anac e magistrato del Consiglio di Stato, “i cittadini devono essere sentinelle, le persone devono essere coinvolte dallo Stato. Quando la gente è chiamata a contrastare la corruzione, reagisce positivamente. Pensiamo al dibattito in merito alla trasparenza nelle Pubbliche amministrazioni: si riteneva che i cittadini si sarebbero interessati soltanto agli stipendi dei dipendenti, invece le sezioni più controllate sono quelle relative agli appalti”.

Spazio Balcani
Come Gesù nella storia...
Diana Papa

Finché noi cristiani restiamo spettatori della realtà, non contribuiremo mai a tessere evangelicamente la trama o l’ordito della storia. Buttarci nel quotidiano, sporcandoci anche le mani, è un imperativo che chiede conto alla nostra responsabilità, per evitare di giudicare gli altri come il fariseo nel tempio, mistificando spesso il reale, che è la storia di cui facciamo parte.

Instagram
Il vocabolario della società
Chiesa
Cultura
Politica & società
Esteri

Approfondimenti

Commenti al Vangelo

Almanacco
ALMANACCO LITURGICO
La Messa del Giorno e la liturgia delle Ore di ChiesaCattolica.it
APP
Scarica l’app ufficiale della Liturgia delle Ore per Smartphone e Tablet
BIBBIAEdu

Accesso completo alle traduzioni CEI del 2008 e del 1974, alla Bibbia Interconfessionale, alla Nova Vulgata, all’Antico Testamento ebraico ed aramaico, che riproduce il Westminster Leningrad Codex, e al Nuovo Testamento greco, che presenta il Greek New Testament della Society of Biblical Literature.