Quotidiano

Convalescenza terminata
Card. Bassetti dimesso dal Gemelli. Il “grazie” agli “angeli custodi”

L’arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei ha lasciato oggi il Policlinico Universitario Agostino Gemelli di Roma, dove si trovava ricoverato dal 19 novembre per la convalescenza dopo aver superato il Covid-19. Nel far ritorno a Perugia, ha voluto ringraziare, con un messaggio, quanti si sono presi cura di lui, in modo particolare gli operatori sanitari e della comunicazione, chiamati “angeli”.

Siria
Zenari:
Zenari: "Popolazione sempre più povera e disperata"

Il card. Mario Zenari, nunzio apostolico, torna a parlare della Siria della Fondazione Avsi, partner tecnico nel progetto “Ospedali Aperti”. “La Siria è un paese ammalato e povero, dove la speranza sta morendo”. La guerra, la “bomba della povertà”, il Covid-19 gravano sulla popolazione. L’impegno a fianco dei malati più poveri curati nei tre Ospedali Aperti di Damasco e Aleppo: 40 mila quelli curati fino ad oggi.

EUROPA
Comece:

La pandemia sta avendo “un impatto devastante su ogni aspetto della nostra vita, mettendo a dura prova ogni settore della società”. Ma sono soprattutto gli anziani ad essere maggiormente colpiti dal virus. L’Organizzazione mondiale della sanità stima che fino al 50% di tutti i decessi per Covid-19 durante la primavera del 2020 si sono verificati tra i residenti in case di cura in Europa. La proposta dei vescovi Ue e delle Associazioni familiari cattoliche all’Unione europea.

Giornata persone disabili
De Palo e Gambini: "Ci insegnano a guardare il mondo con occhi nuovi"

Cinque figli – Giovanni, Therese, Maddalena, Gabriele e Giorgio Maria – dai quindici ai due anni e mezzo. È la famiglia di Gigi De Palo, presidente nazionale del Forum delle associazioni familiari, e di sua moglie, Anna Chiara Gambini. Il più piccolo, Giorgio Maria, nasce con la sindrome di Down. “Lo abbiamo scoperto alla nascita. Questo ci ha liberati su due fronti: non abbiamo dovuto conoscere nostro figlio già con un’etichetta e siamo stati nella condizione di innamorarcene in modo libero”, dice Anna Chiara.

 

MESSAGGIO PAPA “Creare parrocchie pienamente accessibili”

Nell'emergenza della pandemia l'esempio di don Oreste Benzi
Aldo Buonaiuto

Oltre ad essere segno di credibilità per la missione apostolica di tutti noi discepoli, l’esplosione di nuove forme di povertà ci richiama in modo inequivocabile ad una mobilitazione spirituale per la carità. Nell’Avvento in cui ci siamo appena incamminati, viviamo tempi di limitazioni, restrizioni, incertezze nei quali solo i valori della speranza e della condivisione possono allontanare le ombre cupe della disarticolazione sociale e del “tutti contro tutti”. Schiavi, ciechi, afflitti, vittime dell’ingiustizia sociale, scartati, esclusi di ieri come di oggi non sono soltanto i destinatari dell’annuncio, ma anche i veri soggetti della nuova evangelizzazione. L’esempio di don Oreste Benzi, “infaticabile apostolo della carità” secondo la definizione di Benedetto XVI, ci aiuta a tornare ad accettare come una provvidenziale benedizione quel poco che ci richiama invece all’essenzialità e alla sobrietà. Un’esortazione a compiere con gioia le opere di misericordia corporale e spirituale.

Natale
Cei:
Cei: "Messa nella Notte compatibile con gli orari del coprifuoco"

Messa nella Notte di Natale compatibile con gli orari del “coprifuoco”, Rosario su Tv2000 per l’Immacolata, Padre Nostro nella nuova versione. Sono alcune proposte dei vescovi italiani, raccolte nel comunicato finale del Consiglio episcopale permanente. “Speranza, gratuità e ascolto”, le tre parole chiave per l’analisi della situazione del Paese, provato dalla pandemia e dalla crisi economica e sociale.

EUROPA
Commissione Ue:

“È essenziale controllare la diffusione del virus ed evitare ulteriori morti” e contagi che portano le persone nelle terapie intensive, già sotto pressione, e altri problemi collegati agli stessi contagi, come le quarantene”. Mostra toni preoccupati la comunicazione della Commissione in relazione alla pandemia e alle misure da adottare in vista delle festività del Natale e di fine anno.

Nella pandemia splende la formidabile risposta della solidarietà
Alver Metalli

In alcune provincie dell’Argentina si muore ancora di Covid, ma forse il peggio è alle spalle. I morti sono stati inceneriti, come disponevano le autorità sanitarie. I vivi stanno ricucendo le molte ferite aperte: familiari, amici, vicini di casa scomparsi, attività economiche compromesse, il lavoro decurtato. La vita nella baraccopoli, che già era in equilibrio precario, è stata scompaginata da uno tsunami lungo sette mesi. La fragile economia delle villas miserias messa in ginocchio. Eppure c’è il segno di una solidarietà generosa, caparbia, contagiosa, che ha sfamato migliaia di persone tutti i giorni, ha realizzato rifugi per l’isolamento degli infetti, ha allestito ricoveri per chi era a rischio, ha disinfettato strade, cortili, piazze, giardini e scuole perché potessero giocarci i più piccoli con una certa sicurezza.

Coronavirus Covid-19
Caritas-Focsiv: “milioni di famiglie senza cure e medicine”

“La priorità deve essere quella di adottare le misure adeguate che garantiscano a tutti l’accesso ai vaccini contro il Coronavirus e alle tecnologie essenziali necessarie per assistere i malati. Se proprio bisogna privilegiare qualcuno, questi dovrebbero essere i più poveri”. Lo affermano oggi Caritas italiana e Focsiv, in una nota di aggiornamento nell’ambito alla Campagna “Dacci oggi il nostro pane quotidiano”.

Svizzera
Mai così tanti abbandoni dalla Chiesa cattolica. Vescovi: “Tendenza preoccupante”

Un record: mai in passato vi sono state così tante persone in Svizzera che hanno abbandonato la Chiesa cattolica come nel 2019. Le statistiche dello scorso anno hanno fatto segnare 31.772 abbandoni ed un aumento di quasi il 25% rispetto al 2018, con 25.366 uscite. Il commento dei vescovi: “La pandemia potrebbe accelerare ulteriormente questo sviluppo nei prossimi mesi. Questa tendenza è preoccupante e sarà fonte di cambiamenti nel medio e lungo termine. Tuttavia, la Chiesa come corpo di Cristo è molto più che un accumulo di cifre e fatti”.

Belgio
Niente messe di Natale. Vescovi:
Niente messe di Natale. Vescovi: "Limitazione della fede"

Niente messa di Natale in chiesa in Belgio. Sarà questa una delle conseguenze più pesanti del decreto ministeriale che prolunga fino al 15 gennaio 2021 il lockdown delle cerimonie religiose pubbliche nei luoghi di culto. I vescovi del Belgio “sentono questo lockdown delle celebrazioni pubbliche nelle chiese come una limitazione al vissuto della loro fede”.

Regno Unito
Riprendono le messe, norme severe per evitare i contagi
Riprendono le messe, norme severe per evitare i contagi

Prenotazione del posto anticipata, impegno a lasciare il proprio nome all’ingresso, igienizzazione delle mani quando si entra in chiesa e anche prima di fare la comunione, un sistema a senso unico di ingresso e uscita. Queste alcune delle norme che i circa cinque milioni di cattolici inglesi dovranno ricominciare ad osservare domani alla ripresa delle messe.

Emergenza sanitaria
Viaggio in un Covid hotel di Roma per vincere la paura dell'isolamento
Viaggio in un Covid hotel di Roma per vincere la paura dell'isolamento

Nel Covid hotel di Roma gestito dalla Fondazione Policlinico Gemelli viene offerta ospitalità ed assistenza per pazienti asintomatici o paucisintomatici autosufficienti, dimessi da ospedali o provenienti dalle loro abitazioni. Ci sono costantemente circa 80 ospiti, con dimissioni nell’ordine di 10 persone quotidiane che vengono immediatamente rimpiazzate da altrettante, per un totale di circa 250 pazienti transitati in un mese.

Svizzera
Linee guide su accesso terapia intensiva al tempo di Covid
Linee guide su accesso terapia intensiva al tempo di Covid

Non escludere in maniera sistematica dalle cure di terapia intensiva gli anziani e chi soffre di disabilità o demenza ma mettere in atto misure, anche in tempo di pandemia, che si fondano sui principi stabiliti nel preambolo della Costituzione federale secondo i quali “la forza di un popolo si misura sul benessere dei più deboli”. È quanto afferma la Commissione bioetica della Conferenza episcopale svizzera.

EUROPA
Celebrazioni di Natale: i

Sono attese per mercoledì 2 dicembre alcune linee guida, non vincolanti, dell’esecutivo Ue presieduto da Ursula von der Leyen, in vista delle prossime festività di fine anno. Scuola ed “eventi di massa” sotto la lente d’ingrandimento. Tra le misure consigliate per le celebrazioni distanziamenti, limitazione dell’attività dei cori e magari messe in streaming. Nella Chiesa italiana già in atto misure per mettere in sicurezza la salute dei fedeli.

Ingresso solenne al Santo Sepolcro
Pizzaballa: "Porterò i miei limiti e i 30 anni vissuti in Terra Santa"

Il prossimo 4 dicembre mons. Pierbattista Pizzaballa farà il suo ingresso solenne, come nuovo Patriarca, al Santo Sepolcro di Gerusalemme. Qui il giorno dopo celebrerà la messa pontificale: “Quest’anno è stato all’insegna della paura e dell’incertezza. E noi cristiani non siamo esenti perché anche noi siamo fatti di carne e di ossa. Ma dobbiamo riacquisire consapevolezza che non siamo solo corpo ma anche anima, che esiste la vita eterna”.

In preghiera sulla tomba di Paolo VI per chiedere la sua intercessione
Marcello Semeraro

Pregare sulla tomba di san Paolo VI, dunque, in un momento in cui nella mia vita c’è ancora una svolta e una nuova chiamata, diveniva sempre più chiaramente un bisogno del cuore. Avvertivo la necessità del suo esempio e della sua intercessione, per uscire ancora “dal mio gretto egoismo” e rimettermi, in forma inattesa, nel servizio della Chiesa. Mi sono così inginocchiato davanti alla tomba di san Paolo VI quasi immaginando di mettermi filialmente sue ginocchia di padre; alla fine, però, quel che sono riuscito a fare è stato ripetere lentamente il Magnificat, immaginando di farlo come lo avrebbe pregato Paolo VI, che di quella lode mariana seppe percepirne tutte le vibrazioni.

Angelus
“Vicinanza alle popolazioni dell’America Centrale”
“Vicinanza alle popolazioni dell’America Centrale”

“Desidero esprimere nuovamente la mia vicinanza alle popolazioni dell’America Centrale colpite da forti uragani, in particolare ricordo le Isole di San Andrés, Providencia e Santa Catalina, come pure la costa pacifica del nord della Colombia. Prego per tutti i Paesi che soffrono a causa di queste calamità”. Così il Papa, al termine dell’Angelus di ieri, in cui ha invitato i fedeli a pregare per i 13 nuovi membri del Collegio cardinalizio e ha augurato “un buon cammino di Avvento”.

PAPA FRANCESCO: l’8 dicembre non sarà a piazza di Spagna

Spiritualità
Rns: il 12 e 13 dicembre la XLIV Conferenza nazionale animatori
Rns: il 12 e 13 dicembre la XLIV Conferenza nazionale animatori

“In questo tempo così faticoso e instabile, in cui le limitazioni anti contagio da coronavirus rendono ogni attività relazionale indubbiamente complessa, il Rinnovamento nello Spirito Santo (Rns) intende promuovere, con ancor più convinzione, la carità fraterna, spirituale e materiale, come vero ‘patto di stabilità’, generatore di pace e di giustizia sociale”. Lo afferma iRns, presentando la Conferenza nazionale animatori, che si svolgerà il 12 e 13 dicembre, in diretta su piattaforma online, sul tema tratto dal verso biblico: “E voi siete tutti miei fratelli” (Mt 23, 8).

Alessandro Di Medio
Non è ancora la fine: prepararsi all’Avvento
Alessandro Di Medio

Lo sguardo pasquale che abbiamo dovuto adottare nei mesi passati ora divenga uno sguardo escatologico, lo sguardo cristiano pieno di speranza: sia come sia, stiamo andando incontro al Signore che viene incontro a noi. Non dobbiamo allarmarci, perché non sarà questa pandemia la fine. Prepariamoci piuttosto all’incontro con Lui, che quando arriverà sorprenderà il mondo come un ladro o come un lampo, e coglierà ognuno così come ognuno avrà voluto farsi trovare: nell’apertura dell’affidamento alla vittoria di Dio sul non-senso, o nella chiusura della paura.

Una revisione nel segno della continuità
Angelo Lameri

In diverse diocesi italiane i vescovi hanno indicato il prossimo 29 novembre, prima domenica di Avvento, come data per l’utilizzo della terza edizione in lingua italiana del Messale Romano, che diventerà obbligatoria a partire dalla Pasqua 2021. Della nuova edizione possiamo sottolineare tre aspetti: la revisione della traduzione a partire dall’originale latino, la continuità con l’edizione del 1983 e l’inserimento di nuovi testi. I vescovi italiani, nel loro messaggio per la consegna del nuovo Messale, affermano che tale libro liturgico “non è solo uno strumento per la celebrazione, ma è, prima di tutto, un testimone privilegiato di come la Chiesa abbia obbedito al comandamento – che è pegno, dono e supplica d’amore –  di spezzare il pane in memoria del Signore”.

Covid-19 e salute mentale
Mons. Russo: "I malati mentali non siano i primi ad essere emarginati”

“Mai avremmo immaginato una situazione come quella che stiamo vivendo. Sapevamo che le malattie sono nostri compagni di viaggio nel cammino della vita, ma che un’epidemia potesse sconvolgere le nostre vite era al di là di ogni immaginazione”. Così il segretario generale della Cei, mons. Stefano Russo, nel suo saluto al convegno “Chiesa italiana e la salute mentale 4. Pandemia Covid-19. Effetti sul benessere mentale e relazionale”.

Celebrazioni del Natale
Cei: "Riti in condizioni di sicurezza e piena osservanza delle norme"

“La Conferenza episcopale italiana avrà modo nei suoi organismi istituzionali di monitorare la situazione epidemiologica e confrontarsi sulle modalità di celebrare i riti natalizi in condizioni di sicurezza, nella piena osservanza delle norme, come finora avvenuto”. Lo precisa il direttore dell’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali della Cei, Vincenzo Corrado, in merito alle prossime Celebrazioni del Natale.

Instagram
Cesena
fisc Missionari
Qua la distanza sociale è di due metri

I nostri missionari ci scrivono. Padre Tonino Pasolini: “Qua la distanza sociale è di due metri. Con la radio siamo impegnati per gli annunci di servizio pubblico sulla pandemia. Le nostre restrizioni sono simili a quelle che avete voi. Tutte le scuole rimangono chiuse. Tutte le chiese e le moschee sono chiuse. Tutti i confini sono chiusi”, dice il missionario cesenate. Con la radio “Rafforziamo le pratiche sicure. Combattiamo la paura. Soprattutto, combattiamo notizie false e informazioni distorte”.

Dalle Diocesi
Chiesa
Cultura
Politica & Società
Esteri

Approfondimenti

Commenti al Vangelo

Almanacco
ALMANACCO LITURGICO
La Messa del Giorno e la liturgia delle Ore di ChiesaCattolica.it
APP
Scarica l’app ufficiale della Liturgia delle Ore per Smartphone e Tablet
BIBBIAEdu

Accesso completo alle traduzioni CEI del 2008 e del 1974, alla Bibbia Interconfessionale, alla Nova Vulgata, all’Antico Testamento ebraico ed aramaico, che riproduce il Westminster Leningrad Codex, e al Nuovo Testamento greco, che presenta il Greek New Testament della Society of Biblical Literature.