Beni culturali: Fondazione San Bonaventura, torna a dicembre “Sbam. Incontri ravvicinati…”

La Fondazione San Bonaventura si appresta a vivere la seconda edizione di “Sbam. Incontri ravvicinati…”. Il meeting San Bonaventura Biblioteche Archivi Musei costituisce un’occasione di incontro per il mondo degli operatori dei beni culturali, soprattutto delle Biblioteche, degli Archivi e dei Musei. Confermate le date del 9 e del 10 dicembre e come location la Biblioteca Fra Landolfo Caracciolo nel complesso monumentale di San Lorenzo Maggiore, a Napoli. Ad animare le due giornate di lavoro saranno i “focus” offerti da esperti (del mondo accademico, delle professioni, delle associazioni di categoria) e i tavoli di lavoro in cui potranno confrontarsi e incontrarsi istituzioni e operatori dei beni culturali per condividere esperienze, buone pratiche, problematiche, soluzioni e iniziative di promozione culturale. L’esperienza dello scorso anno ha confermato quanto fosse opportuna e vincente l’idea di creare un’occasione di incontro viva e concreta per associazioni culturali, enti ecclesiastici, musei, biblioteche e archivi di piccole realtà altrimenti ai margini del dibattito e dell’attenzione delle scelte politiche e amministrative, un “luogo”, quindi, non solo fisico per arricchire il proprio bagaglio esperienziale e avere nuovi stimoli e idee. Il focus di questa seconda edizione è la sostenibilità, intesa come sfida per la vita stessa degli istituti culturali ma declinata anche nelle diverse prospettive aperte dalla svolta digitale verso cui sono proiettati i nostri istituti Mab. Anche quest’anno è già in corso la campagna di “scouting” per il premio “Maneant”, consegnato a tre buone prassi scelte a livello nazionale. Lo scorso anno sono state premiate le esperienze della Biblioteca Booq di Palermo, l’Archivio comunale di Cusano Mutri (Bn) e il Museo del Codex di Rossano Calabro. Ma in questa edizione ci pregeremo anche di assegnare il premio San Bonaventura da Bagnoregio, col quale, con cadenza biennale, viene premiata una personalità del mondo della cultura che si è distinta per scelte e proposte a favore degli istituti del Mab. Realizzato grazie al contributo della Regione Campania (Direzione generale per le politiche culturali ed il turismo) e del Ministero della Cultura (Direzione educazione ricerca e istituti culturali), l’evento si avvale del patrocinio degli Atenei della Campania e di quello dell’università di Cassino, nonché di quello delle associazioni di settore quali l’Aib (Associazione italiana biblioteche), l’Abei (Associazione bibliotecari ecclesiastici d’Italia), l’Anai (Associazione nazionale archivistica italiana), l’Aicrab Associazione Italiana Conservatori Restauratori Archivi e Biblioteche, l’Amei (Associazione Musei ecclesiastici d’Italia), l’Icom (International Council of Museum) e altre associazioni e istituzioni. Tutte le informazioni sull’evento sono disponibili sulla pagina dedicata a Sbam del sito istituzionale www.fondazionesanbonaventura.it.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy