Disabilità: Fondazione Sant’Angela Merici di Siracusa, domani un laboratorio con cantastorie e intrecci di cannistri

Una giornata per ribadire l’impegno a valorizzare tutte le differenze. La Fondazione Sant’Angela Merici di Siracusa celebra domani, 2 dicembre, la Giornata mondiale delle persone con disabilità, anticipando così di un giorno la data indetta dalle Nazioni Unite dal 1981 per aumentare la consapevolezza verso la comprensione dei problemi connessi alla disabilità e l’impegno per garantire la dignità, i diritti e il benessere delle persone con disabilità.
Domani mattina presso la Fondazione a Siracusa, avrà luogo un laboratorio dal nome “Ntrizzi e Cunti” del maestro Claudio Romano e Rossella Di Brigida. Il laboratorio darà vita ad una narrazione con utilizzo di tamburi, e ad un laboratorio di intreccio per la realizzazione di cannistri. Il cantastorie narrerà di usi e costumi siciliani, attraverso letture e canzoni in lingua dialettale, affrontando diversi argomenti: novene natalizie antiche, lavori agricoli, usanze e costumi popolari, tradizioni di un tempo. Come ha spiegato il coordinatore dell’evento Gaetano Migliore l’obiettivo è dare la possibilità ai ragazzi di sperimentare una nuova realtà ed acquisire nuove conoscenze e abilità. Il presidente della Fondazione Sant’Angela Merici, padre Alfio Li Noce, ha sottolineato l’importanza di una Giornata che “non deve essere solo celebrativa ma riscoprire la gioia dello stare insieme”. La giornata vedrà la partecipazione degli ospiti di tutti i Centri di riabilitazione della Fondazione.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy