Lesbo: von der Leyen, Sassoli, Michel, istituzioni europee “pronte a mobilitare aiuti” dopo incendio al campo di Moria

“Sono profondamente addolorata per gli eventi di ieri sera al campo profughi di Moria in Grecia”: sono le parole affidate ai social dalla presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, che ha chiesto “al vice presidente Margaritis Schinas di andare in Grecia al più presto”. Aggiunge la presidente della Commissione Ue: “Siamo pronti a dare sostegno, insieme agli Stati membri” perché “la nostra priorità è la sicurezza di coloro che sono rimasti senza riparo”.
Le fa eco Charles Michel, presidente del Consiglio europeo: “I miei pensieri sono con tutti coloro che sono stati messi in pericolo nel campo migranti di Moria”. Michel esprime “piena solidarietà agli abitanti di Lesbo, ai migranti e al personale che lavora in campo” e annuncia di essere in contatto con le autorità greche, “pronti a mobilitare gli aiuti”. Per il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, “le immagini da Moria sono devastanti”, scrive su Twitter. “Dobbiamo mobilitarci per sostenere le donne, uomini e bambini che hanno bisogno di un tetto sulla testa immediatamente”. Per Sassoli è “emergenza umanitaria” e “l’Europa deve mostrare solidarietà”. Intanto, il vicepresidente Schinas informa di aver contattato il primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis: “Gli ho assicurato che la Commissione europea è pronta ad assistere la Grecia direttamente a tutti i livelli in questi momenti difficili”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy