This content is available in English

Lituania: i vescovi invitano a pregare per la pace in Ucraina e in Europa. “La tensione non si è allentata”

“Abbiamo già pregato per la pace in Ucraina e in tutto il nostro continente” su invito di Papa Francesco il 26 gennaio ma “la tensione non si è ancora allentata, quindi noi, vescovi della Lituania, invitiamo i fedeli a recitare quotidianamente il rosario per la patria e la pace in Europa per tutto il mese di febbraio”. Questo hanno scritto i vescovi del Paese baltico sul sito della Conferenza episcopale, incoraggiando affinché “ogni casa, ogni famiglia e chiesa sussurri l’intercessione della madre di Maria: Beata Vergine Maria, regina della pace e patrona della Lituania, proteggi la Lituania, l’Ucraina e tutta l’Europa”. Nel messaggio i vescovi scrivono anche che “febbraio ricorda a ogni cittadino lituano l’indipendenza della patria, conquistata poco più di cento anni fa” e come “i fedeli siano stati attivamente coinvolti nella costruzione dello Stato”. Per questo, “guardando con orgoglio al lavoro svolto per costruire lo Stato” l’invito è a “ringraziare” per quanto raggiunto ma anche a “pregare affinché il popolo lituano continui ad apprezzare ciò che è stato realizzato”. La libertà, riflettono ancora i vescovi, “è un dono inestimabile di Dio, così come lo è la pace, premessa per lo sviluppo armonioso e senza ostacoli di ogni società politica”, pace che “in Europa oggi è minacciata”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy