Calabria: vescovi incontrano il presidente Occhiuto. Sanità, infrastrutture e giovani le emergenze individuate

Al termine della sessione invernale della Conferenza episcopale calabra, svoltasi a Reggio Calabria, i vescovi calabresi “in continuità con lo spirito sinodale che la Chiesa universale e le Chiesa in Calabria in particolare stanno vivendo”, hanno voluto “aprire un dialogo con il mondo istituzionale, invitando ad un incontro il presidente della Regione Calabria, l’on. Roberto Occhiuto”. A darne notizia un comunicato stampa della Conferenza episcopale calabrese. “Nel ringraziarlo per aver accolto l’invito, in un clima di fiducia reciproca, di ascolto e di scambio, i presuli hanno fatto presente al presidente le istanze, raccolte quotidianamente dalla nostra gente”. L’attenzione dei vescovi si è concentrata principalmente “su tre emergenze della Calabria, la sanità, le infrastrutture e i giovani, e sull’ambito dei beni culturali ecclesiali, il cui patrimonio, opportunamente valorizzato in collaborazione sinergica, può avere notevoli positive ricadute”. Come si legge nel comunicato, “il desiderio di proseguire nella linea di collaborazione è stato condiviso per cercare di servire al meglio tutte le persone della nostra terra” e “in questa linea si è concertato di proseguire in futuro con incontri periodici più ravvicinati di confronto e di verifica”. Occupandosi delle questioni sanitarie, i vescovi calabresi, “riconoscendo le difficoltà che sta attraversando il Paese a causa della pandemia, chiedono a tutti di sottoporsi responsabilmente al vaccino custodendo così la propria vita, quella dei propri cari e del prossimo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy