Ucraina: Natili Micheli (Cif), “solidarietà al popolo aggredito”. “Riprendere il cammino, contrastato e faticoso, dell’Europa che è la nostra patria”

“La guerra nel cuore dell’Europa come nessuno immaginava potesse più accadere dopo la fine del II conflitto mondiale”. Così Renata Natili Micheli, presidente nazionale del Centro italiano femminile (Cif), commenta quanto accaduto e sta accadendo in Ucraina dopo l’invasione russa. “Oggi non siamo chiamati soltanto a dichiarare la nostra solidarietà ad un popolo aggredito sul suo proprio suolo e colpito nei suoi valori. Si tratta piuttosto – aggiunge Natili Micheli – di riprendere un cammino che mai come oggi è apparso contrastato e faticoso”. “Per questo – conclude la presidente del Cif – ripetiamoci l’un l’altro, a mo’ di imperativo categorico, che ‘l’Europa è la nostra patria, la nostra casa, la nostra dimora’ come già affermato da Papa Pio II già nel 1458”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy