Brasile: al via l’Anno vocazionale. Dom Oliveira de Azevedo (Cnbb), “ascoltare chiamata di Dio”

(Foto: Cnbb)

“Accettare la chiamata di Dio”: è questa, secondo l’arcivescovo di Belo Horizonte e presidente della Conferenza nazionale dei vescovi del Brasile (Cnbb), dom Walmor Oliveira de Azevedo, la speciale chiamata lanciata dall’Anno vocazionale alla Chiesa del Brasile. L’Anno vocazionale si è aperto domenica 20 novembre e proseguirà fino al 23 novembre 2023, festa di Cristo Re.
Nel video, registrato appositamente all’inizio di questo anno speciale, il presidente della Cnbb ha affermato che Dio chiama ogni persona per nome e le affida il compito di contribuire alla costruzione di una società più giusta, fraterna e solidale alla luce del Vangelo. “Abbiamo quindi bisogno di ascoltare ciò che Dio ha da dirci attraverso la preghiera e anche attraverso il servizio alle nostre comunità”, ha sottolineato. In riferimento ai diversi ministeri e vocazioni, dom Oliveira de Azevedo ha evidenziato che tutti sono protagonisti nella Chiesa nell’impegno di collaborare, perché sia serva e nell’annuncio instancabile del Vangelo, ovunque. Il riferimento è al tema “Vocazione: grazia e missione” e del motto “Cuori ardenti, piedi in cammino”, con l’augurio che risuonino nelle comunità ecclesiali cattoliche del Paese. “Abbracciate con coraggio la vostra vocazione nella vita della Chiesa, sapendo ascoltare e accogliere la chiamata di Dio”, ha esortato il presidente della Cnbb.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy