Anziani: Costa (Auser), “apriamo le nostre sedi ai giovani e costruiamo reti di aiuto intorno alle persone fragili”

“Il Pnrr rappresenta lo strumento finanziario per avviare il cambiamento” nei confronti degli anziani. È quanto ha sostenuto stamattina, il presidente nazionale dell’Auser, nella relazione introduttiva del X Congresso nazionale dell’Auser “Tra presente e futuro, per una rinnovata visione sociale”, aperto a Roma oggi.
Un’associazione che guarda al futuro come l’Auser deve saper parlare ai giovani ed essere sempre più inclusiva. “Dobbiamo avere la capacità di aprire la nostra associazione ai giovani non solo impegnandoli nelle attività di volontariato e del servizio civile, ma rendendoli protagonisti in attività a loro dedicate come svago, cultura, musica, facendo diventare le nostre sedi luoghi di incontro e di contaminazione, noi possiamo trasferire a loro i grandi valori che abbiamo conosciuto e praticato nella nostra vita come la solidarietà, la coesione sociale, l’uguaglianza, la democrazia e il vero concetto di libertà, loro possono darci le conoscenze digitali che a noi mancano, possono portare una ventata di allegria e di fantasia in tutte le nostre attività, possono aiutarci ad avere più volontari e a crescere”, ha osservato Costa.
In conclusione, il presidente nazionale dell’Auser, che giunge al termine del suo secondo mandato, ha voluto rivolgere un caloroso saluto alle volontarie e ai volontari di Auser ringraziandoli per il loro prezioso impegno: “Siete voi il vero motore dell’Auser, la risorsa più preziosa che questa associazione possiede, senza di voi questa associazione non esisterebbe. Questa è un’esperienza che io mi porterò dentro il cuore per tutti gli anni di vita di cui potrò godere, la giusta conclusione di tanti anni spesi perché si affermassero i diritti sociali”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy