Coronavirus Covid-19: Padova, in diretta Youtube e tv la conclusione del mese di maggio con mons. Cipolla. Sabato rosario, domenica messa di Pentecoste

Si sta per concludere maggio, che il vescovo di Padova Claudio Cipolla ha avviato con il messaggio “Mese di maggio: preghiera e lavoro”, per rilanciare con forza, proprio in questo tempo di emergenza sanitaria, l’intreccio di fede e vita. Un calendario di appuntamenti di preghiera e celebrazioni in una sorta di pellegrinaggio partito dalla cappella dell’ospedale Covid Madre Teresa di Calcutta di Schiavonia, proprio il 1° maggio, con la celebrazione della messa “senza partecipazione di fedeli” con e per il mondo della sanità, e che si concluderà domenica 31 maggio, solennità di Pentecoste, con la celebrazione eucaristica, aperta alla comunità dei fedeli, alle 11 nella basilica di Santa Giustina a Padova, dove si venera Maria con il titolo di Salus populi patavini, nell’immagine mariana più antica della città. Qui il vescovo pregherà per e con i rappresentanti territoriali di Governo, amministrazioni locali, forze dell’ordine, Protezione civile, volontariato, invocando lo Spirito e la protezione di Maria per il lungo e delicatissimo lavoro che ancora la città e il territorio hanno davanti, in questa incerta fase di ripresa. La celebrazione sarà trasmessa per l’ultima volta sul canale Youtube della diocesi e su Tv7 Triveneta (canale 12 del digitale terrestre).
Tra il 1° e il 31 maggio un pellegrinaggio fisico tra i santuari mariani del territorio, dove ogni volta si è pregato per e con una categoria di lavoratori e di lavori particolarmente in prima linea o toccati dalle conseguenze dell’epidemia in corso: la chiesa dell’Addolorata del Torresino (mondo dei trasporti di cose e persone); il santuario delle Grazie di Este (assistenza e cura della persona); Madonna Pellegrina di Padova (istruzione) e ancora tappe sono state il santuario delle Grazie di Piove di Sacco (commercio, e beni e servizi essenziali); il santuario di Terrassa Padovana (informazione); il santuario del Tresto di Este (catena agroalimentare); il santuario di Monteortone (turismo, ristorazione, benessere, arte e spettacolo). Chiude il cerchio sabato 30 maggio, il Rosario dal santuario di Tessara a Santa Maria di Non, alle 11, dedicato ad aziende e imprenditori che si sono impegnati nella riconversione sia per mantenere il lavoro e l’impresa, sia per concorrere alla produzione di dpi e altri ausili necessari in questo tempo di emergenza. Anche in questa occasione ci sarà la diretta Youtube sul canale della diocesi di Padova e su Tv7 Azzurra, canale 88.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy