Coronavirus Covid-19: Siracusa, l’Ucsi promuove il “pane sospeso” per le persone in difficoltà economiche

L’Ucsi Siracusa promuove il “pane sospeso” per le famiglie in difficoltà economiche. Il presidente provinciale dell’associazione, Salvatore Di Salvo, lancia l’idea a fini benefici, in questa Pasqua caratterizzata dall’emergenza Cooronvirus. La sezione provinciale dell’Ucsi, oltre alla donazione di 50 chilogrammi di pane alla Caritas della parrocchia Immacolata Concezione–Chiesa Madre e di buoni spesa per le famiglie in difficoltà della San Vincenzo della Chiesa Madre di Lentini, ha avviato per due mesi il “pane in sospeso” per le persone in difficoltà. L’idea è semplice: si comprano dei pezzi di pane e si lasciano nel panificio, a disposizione di chi è in difficoltà economica. “In questo modo – dice Di Salvo – potremo aiutare le persone in difficoltà compiendo un gesto nobile per permettere a tutti di vivere dignitosamente e portare in tavola il pane”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy