Coronavirus Covid-19: Bassi (Fafce), “una Pasqua davvero speciale”. Servono “sistemi economici e fiscali equi a beneficio delle famiglie”

“Quando c’è un problema in una famiglia, i suoi membri agiscono prontamente senza pensare ad altro. L’attuale crisi della salute pubblica richiede responsabilità da tutte le parti”. Lo afferma oggi in un messaggio Vincenzo Bassi, presidente della Federazione europea delle Associazioni famigliari cattoliche (Fafce). Se questo tempo può essere “un’opportunità per riscoprire le nostre relazioni umane e riconoscere il ruolo essenziale della famiglia per le nostre comunità”, suggerisce Bassi, però “gli Stati e le istituzioni europee hanno l’obbligo di rispondere ai bisogni concreti delle famiglie”. Anche perché “senza famiglie non ci sono bambini. E senza figli non c’è futuro”, al di là della crisi sanitaria attuale che “ci mostra con chiarezza che la famiglia è il primo posto in cui i bambini, gli anziani e i più vulnerabili possono trovare sostegno”. Rispetto invece alla “nuova crisi finanziaria”, secondo Bassi servono “sistemi economici e fiscali equi a beneficio delle famiglie”. Un riferimento è, secondo Bassi, il dopo guerra e “le politiche del governo francese a favore della famiglia, grazie alle quali il Paese ha potuto rimettersi in piedi con rinnovata speranza”. “È davvero una Pasqua speciale quest’anno”, conclude Bassi, “in cui sentiamo in particolare la fragilità della nostra condizione umana e la necessità di confidare nell’amore di Dio”. Ed è proprio la fiducia che può crescere “all’interno delle nostre famiglie e comunità, con una cura speciale per coloro che possono sentirsi più isolati”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy