Coronavirus Covid-19: Campus Bio-Medico Roma, donazione dai detenuti del carcere di Lanciano per il Covid Center

In occasione della Pasqua, i 300 detenuti del carcere di Lanciano (Chieti) hanno fatto una donazione per il Covid Center del Policlinico universitario Campus Bio-Medico a Roma. I fondi da loro raccolti aiuteranno a sostenere il funzionamento del centro di cura specializzato nel trattamento di pazienti affetti da Covid-19 che insieme a tanti ospedali in tutta Italia sta salvando la vita alle persone più gravemente colpite dal nuovo coronavirus. I detenuti, in parte condannati all’ergastolo, avevano chiesto nei giorni scorsi alla loro direttrice Lucia Avantaggiato la possibilità di mostrare la propria vicinanza al Campus Bio-Medico. Già in passato avevano collaborato con il  Campus attraverso progetti di reinserimento. Oggi è arrivata la donazione a sostegno del Covid Center. Il rettore dell’Università Campus Bio-Medico, Raffaele Calabrò, ha espresso così la sua gratitudine ai detenuti: “Il vostro è un gesto di profonda umanità che vi fa esempio per tutti in questo periodo di incertezze nel quale non è retorico richiamarci con forza agli autentici valori di unità e umanità. Vi sono grato a nome dell’Università che guido e rappresento”. In una lettera firmata dal direttore del Campus Covid Center, Felice Eugenio Agrò, e da Rossella Perricone, presidente dell’Associazione Amici dell’Università Campus Bio-Medico, l’Ateneo ringrazia la direttrice del carcere e tutti i detenuti per “il loro generoso gesto in un momento così impegnativo e difficile” ed esprime vicinanza nei confronti di chi “è costretto a vivere questo tempo in carcere”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy