Grecia: aiuti da 14 Paesi europei. Arrivano sacchi a pelo, tende, articoli sanitari. Lenarcic (Ue), “non lasciamo sola Atene”

(Bruxelles) Sacchi a pelo, coperte, generatori di corrente, tende e altri rifugi, servizi igienico-sanitari e articoli sanitari: da 14 Paesi europei (Austria, Belgio, Croazia, Repubblica Ceca, Danimarca, Finlandia, Francia, Lituania, Norvegia, Portogallo, Romania, Serbia, Slovenia e Svezia) stanno giungendo in Grecia aiuti di prima necessità per far fronte alla situazione emergenziale dovuta all’arrivo di un numero crescente di rifugiati e migranti alle sue frontiere esterne. 70mila articoli di assistenza vengono recapitati tramite il meccanismo di protezione civile dell’Ue. Janez Lenarčič, commissario per la gestione delle crisi, dichiara: “L’Ue e i suoi Stati membri non stanno lasciando la Grecia sola per affrontare la situazione alle sue frontiere. Sono orgoglioso del generoso sostegno che i Paesi europei hanno dimostrato. Siamo pronti a ulteriori aiuti”. È possibile convogliare altri aiuti mediante il Centro di coordinamento della risposta alle emergenze dell’Unione europea, che cofinanzierà i costi per il trasporto verso la Grecia.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy