Coronavirus Covid-19: diocesi Manfredonia, chiese aperte per le messe ma stop alle processioni

Chiese aperte al culto e alla preghiera individuale, ma niente processioni e assembramenti di persone al termine della celebrazione, fino al 15 marzo. Lo dispone mons. Franco Moscone, arcivescovo di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo, in un decreto legato all’emergenza Coronavirus. Sono consentite le celebrazioni liturgiche feriali che non prevedono un afflusso significativo di fedeli. Ma il presule invita a togliere l’acqua benedetta dalle acquasantiere; a sospendere il segno della pace durante la Messa e la distribuzione della comunione solo sulla mano. Per i funerali è consentita la celebrazione eucaristica esequiale con i soli familiari. Dall’arcivescovo l’invito a rispettare, durante le celebrazioni, la distanza di sicurezza come consigliato dall’autorità sanitaria. Sono consentite le visite agli ammalati e l’Unzione degli Infermi. “Le attività di catechesi, assimilabili alle manifestazioni e agli eventi che comportano affollamento di persone e non possono assicurare la distanza di sicurezza di almeno un metro, vengano sospese fino al 3 aprile”, si legge nel decreto.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy