Lavoro: mons. Baturi (Cei), “vero sviluppo è possibile solo se si mette al centro la dignità delle persone”

“Il vero sviluppo è possibile solo se si mette al centro la dignità del lavoratore”. Lo ha detto mons. Giuseppe Baturi, arcivescovo di Cagliari e segretario generale della Cei, in un videomessaggio per la seconda giornata del 54° Incontro nazionale di studi delle Acli che si sta svolgendo presso la Cittadella Pro Civitate ad Assisi.
“Dobbiamo ripensare il nostro modello di sviluppo che fa perno sul consumatore e sulle esigenze di chi consuma”, ha ammonito l’arcivescovo, secondo cui “affermare il tema del lavoro significa affermare il diritto di ogni uomo ad essere se stesso in rapporto agli altri, collaborando, in una catena di solidarietà, al bene di tutti”. “Noi siamo sulla stessa barca in questo tempo drammatico. Possiamo aiutarci – ha rilevato – solo se ci prendiamo cura l’uno dell’altro”. “Le Acli – il tributo di mons. Baturi – contribuiscono a ridare speranza al nostro popolo, ponendo al centro la questione del lavoro e della dignità. La Chiesa riceve il contributo delle loro idee e la testimonianza della loro operosità”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy