Papa Francesco: a Caritas slovena, “non dovremmo essere settari o di partito”

“30 anni! Ci vuole pazienza per andare avanti così. Prego per voi e vi auguro un buon concerto”. Lo scrive il Papa, in un messaggio inviato ieri sera per il 30° anniversario dei concerti della Caritas slovena “Klic dobrote”. “Che il Klic dobrote di quest’anno sia un passo avanti; e anche un passo in avanti per l’unità della Chiesa e del vostro popolo”, prosegue Francesco: “Dove non c’è unità, cari fratelli e sorelle, non c’è lo Spirito del Signore. Il Signore sempre cerca l’unità, che non vuol dire uniformità. No. Ognuno ha le proprie qualità, il proprio carisma, la propria personalità, ma sempre in unità, con lo Spirito dell’unità”. “Non dovremmo essere settari, uno contro l’altro; non dovremmo essere persone ‘di partiti”, il monito: “No: uno. Vi auguro il meglio. Che questo concerto sia proprio l’armonia dell’unità fra voi. Che il Signore vi benedica. E pregate per me!

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy