Papa Francesco: udienza, “le guerre distruggono l’umanità, distruggono tutto”. In Ucraina “folle guerra”

foto SIR/Marco Calvarese

“Scegliere la via dell’incontro e rifiutare quella dello scontro”. È uno degli inviti lanciati del Papa nel viaggio apostolico in Bahrein, di cui nell’udienza di oggi ha ripercorso le tappe. “Quanto bisogno ne abbiamo! Quanto bisogno abbiamo di incontrarci!”, ha esclamato Francesco: “Penso alla folle guerra di cui è vittima la martoriata Ucraina, e a tanti altri conflitti, che non si risolveranno mai attraverso l’infantile logica delle armi, ma solo con la forza mite del dialogo”. “Ma tranne l’Ucraina, che è martoriata, pensiamo alle guerre che durano da anni”, ha proseguito il Papa a braccio: “Pensiamo alla Siria, più di dieci anni, pensiamo ai bambini dello Yemen, pensiamo al Myanmar. Adesso la più vicina è l’Ucraina, ma cosa fanno le guerre? Distruggono. Distruggono l’umanità, distruggono tutto”. “In Bahrein – ha raccontato il Papa – ho auspicato che, in tutto il mondo, i responsabili religiosi e civili sappiano guardare al di fuori dei propri confini, delle proprie comunità, per prendersi cura dell’insieme. Solo così si possono affrontare certi temi universali, come la dimenticanza di Dio, la tragedia della fame, la custodia del creato, la pace”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori