This content is available in English

Europa: Comece e Cec incontrano la presidenza tedesca dell’Ue. “Rendere l’Europa non solo più forte ma anche più giusta e sostenibile”

L'incontro tra i rappresentanti di Comece, Cec e presidenza tedesca del Consiglio dell'Unione europea

Le Chiese si sono confrontate con la presidenza di turno dell’Ue, come ormai è tradizione a inizio di ogni semestre. Il confronto sulle priorità che la Germania ha posto nel suo programma di presidenza si è svolto oggi a Bruxelles, tra una rappresentanza della Conferenza delle Chiese europee (Cec) e della Commissione degli episcopati dell’Ue (Comece), da un lato, e Michael Clauss, ambasciatore tedesco presso l’Ue, dall’altro. “La delegazione ha invitato la nuova presidenza dell’Ue a rinnovare l’impegno nei confronti del progetto europeo e i suoi valori comuni”, si legge nella nota diffusa da Cec e Comece, che hanno presentato un documento puntuale di undici pagine che “tratteggia le riflessioni tematiche, le proposte e le raccomandazioni politiche delle Chiese, nel contesto dell’attuale pandemia, in riferimento al programma tedesco”. Il punto è la necessità che si “collabori – istituzioni, Stati membri, Chiese, comunità religiose, società civile e stakeholder – per rendere l’Europa non solo più forte ma anche più giusta e sostenibile”. Quello che si è svolto oggi a Bruxelles è stato un “incontro preparatorio”, in vista di un appuntamento di “alto livello” che vedrà le Chiese in dialogo con Michael Roth, ministro federale per gli affari europei, il 27 ottobre a Berlino.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy