Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. Fase 2, governatori centrodestra chiedono “più poteri alle regioni”. App Immuni, nessuna conseguenza se si decide di non usarla

Fase 2. Governatori centrodestra a Mattarella, “più poteri alle regioni”

I governatori di centrodestra di Lombardia, Piemonte, Liguria, Friuli Venezia Giulia, Sardegna, Sicilia, Calabria, Basilicata, Abruzzo, Molise, Abruzzo, e il presidente della provincia autonoma di Trento hanno scritto, ieri, al presidente della Repubblica Mattarella e al premier Giuseppe Conte. “La fase 2 è una fase nuova, che si giustifica per una progressiva diminuzione dell’emergenza. È essenziale che si ritorni progressivamente ad un più pieno rispetto dell’assetto costituzionale e del riparto di competenze tra lo Stato e le Regioni, sempre in applicazione dei principi di sussidiarietà e leale collaborazione. È necessario giungere a una ‘normalizzazione dell’emergenza’, che consenta un ritorno agli equilibri democratici previsti dalla Costituzione”.

Coronavirus. Protezione civile, in calo i malati, aumentano i guariti e le vittime

Si conferma il calo dei malati per coronavirus. A ieri sono complessivamente 104.657 i positivi, 548 in meno del giorno prima. La diminuzione martedì era stata di 608 mentre lunedì c’era stato un decremento di 290 malati. Il dato è stato fornito dalla Protezione civile. Sono salite a 27.682 le vittime per coronavirus in Italia, con un incremento di 323 in un giorno. Salgono a 71.252 i dimessi e i guariti con un incremento rispetto di 2.311. Prosegue ancora il trend in calo dei ricoveri in terapia intensiva per coronavirus.

Governo. Def, via libera della Camera. Conte atteso al Senato sull’emergenza

Con 295 voti favorevoli e 191 contrari la Camera ha approvato, ieri, la risoluzione di maggioranza sul Def, accettata dal governo. La Camera ha approvato la risoluzione della maggioranza favorevole allo scostamento di Bilancio: 512 i sì, un no e nessun astenuto.  Nel corso delle dichiarazioni di voto, solo il deputato Vittorio Sgarbi, del gruppo Usei, aveva annunciato voto contrario allo scostamento di Bilancio. Ed è in programma per oggi l’informativa del premier Conte al Senato sulla situazione dell’emergenza coronavirus. Lo hanno deciso i capigruppo di Palazzo Madama.

App Immuni. Consiglio dei ministri, nessuna conseguenza se si decide di non usarla

Un consiglio dei ministri finito subito dopo la mezzanotte. All’ordine del giorno, anche la privacy della app Immuni che dovrebbe contribuire a frenare la diffusione del contagio nella fase due. Nel decreto ci sono interventi che regolano il funzionamento della app. Nel testo è previsto che “gli utenti ricevano, prima che sia attivata l’applicazione, informazioni chiare e trasparenti per raggiungere una piena consapevolezza, in particolare, sulle finalità e sulle operazioni di trattamento”. I contatti saranno tracciati solo con il bluetooth. Anche se dovessero essere associati a un indirizzo ip riconoscibile, saranno adottate misure per dissociare quell’indirizzo dal possessore del cellulare.  Non ci sarà poi nessuna conseguenza se si decide di non utilizzare la app. Il suo utilizzo e i relativi dati cesseranno entro il 31 dicembre 2020.

Scuola. Maturità al via il 17 giugno

Il giorno della data dell’esame di maturità sarà il 17 giugno “e l’esame orale partirà da un argomento che non sarà una tesina ma un argomento da cui partiranno scelto con i loro prof. Si parte da un argomento di indirizzo”. Lo ha detto la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina a Skuola. net. “L’esame di Stato non è un interrogatorio ma l’apice di un percorso non può riguardare quanto non è stato fatto”. “L’esame rappresenta la conclusione di un percorso. Per questo i crediti prima della pandemia erano 40, poi c’erano gli altri 60 legati alle prove. Ora deve essere valorizzato di più il percorso di studi: quel 60 saranno i crediti dai quali gli studenti potranno partire e 40 la prova orale. Questo sarà un giusto riconoscimento all’impegno. Poi ci sarà la possibilità di far sì che l’esame orale partirà da un argomento che non sarà una tesina ma un argomento da cui partiranno scelto con i loro prof”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy