This content is available in English

Coronavirus Covid-19: Russia, 100mila contagi, mille decessi. Lockdown fino all’11 maggio. Vescovi cattolici rimandano incontri famiglie e giovani

È durata 55 minuti la riunione della conferenza episcopale della Federazione russa, 4 vescovi, su Skype. “Le piccole Conferenze episcopali fanno meno fatica a riunirsi”, ha chiosato il vescovo di Saratov Clemens Pickel sul suo blog. “Ci stiamo lentamente abituando a queste modalità”, scrive Pickel. Il tempo è servito per “scambiarci opinioni sulla situazione attuale nelle diocesi cattoliche in Russia”, consapevoli che “il climax dell’epidemia di coronavirus deve ancora arrivare”. Assistere al fatto che altri Paesi rimuovono le restrizioni “rende impazienti, ma al momento sarebbe pericoloso per noi”. Di qui la decisione di rimandare di un anno gli incontri nazionali per le famiglie e per i giovani che erano previsti nei mesi estivi del 2020. I dati ufficiali riportati dai media russi parlano di 106.498 casi, dati di stamane, con 7.099 nuovi contagi nelle ultime 24 ore, dato record in un giorno; 1.073 i decessi. Vladimir Putin ha prorogato all’11 maggio il lockdown mentre Mosca, dove il contagio va più in fretta, sta avviando la costruzione di ospedali temporanei per ampliare a 10mila posti letto la sua capacità di ricovero di pazienti Covid.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy