Povertà: Fondazione Forum, al via la campagna web e social #1euroafamiglia per combattere il virus economico da Covid-19

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

Contro il “virus” economico da Covid-19 arriva #1euroafamiglia, per aiutare migliaia di nuclei familiari messi in ginocchio dalle conseguenze economiche della pandemia: è l’iniziativa lanciata oggi dalla Fondazione Forum Famiglie, con una campagna web e social e un videoclip cui presta la voce e il volto l’attrice Beatrice Fazi.
La proposta prende il via dalla lettera aperta di un’operatrice sanitaria, che metteva a disposizione il compenso “extra” ricevuto per l’assistenza ai pazienti Covid con il fine di aiutare una o più famiglie in sofferenza economica temporanea. A questo messaggio, nel tempo, si sono aggiunte altre famiglie disposte a fornire un sostegno economico a nuclei in difficoltà. Da questo slancio nasce il “Fondo Famiglie”, un “contenitore” grazie al quale la Fondazione potrà raccogliere le donazioni dei benefattori, incrociandole con le richieste di aiuto.
“#1euroafamiglia è una campagna nazionale di solidarietà inter-familiare con l’obiettivo di valorizzare il protagonismo delle famiglie italiane e la sussidiarietà orizzontale, in un momento delicato e difficile per tante mamme e papà che, prima della crisi generata dal coronavirus, riuscivano a mantenere i loro figli, a pagare le rate del mutuo, a onorare l’affitto mensile. Ma che negli ultimi mesi sono sprofondati sotto i colpi dei lockdown e delle restrizioni anti-contagio, perdendo in molti casi il lavoro e, con esso, tutte le certezze sul futuro”, spiega una nota della Fondazione.
“Il Covid continua e continuerà ad avere effetti anche economici per molto tempo, per questo abbiamo pensato di renderci facilitatori tra chi vuole aiutare e chi chiede aiuto, nella logica della sussidiarietà – spiega Gigi De Palo, presidente della Fondazione, in un servizio del Sir dedicato alla campagna –. Abbiamo ideato una sorta di azionariato popolare delle famiglie che aiutano le altre famiglie, chiedendo a chi in questo periodo sta meglio di donare un euro al mese. Si tratta di una proposta sostenibile: l’obiettivo è parlare a tutte le famiglie italiane. È un progetto che nasce dal basso. Le persone sanno già cos’è il bene comune, noi cerchiamo di aiutarle a concretizzarlo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy