Attacco in R. D. Congo: Avsi, “increduli per quanto accaduto”. Il ricordo della “grande umanità” dell’ambasciatore Attanasio

Avsi esprime le più sentite condoglianze ai cari dell’ambasciatore Luca Attanasio e del carabiniere Vittorio Iacovacci rimasti uccisi in un attentato stamane sulla strada che collega Goma a Rutshuru (provincia di Nord Kivu), nella Repubblica Democratica del Congo. “Tutto lo staff nel Paese è incredulo per quanto accaduto e per la ferita per tale perdita – si legge in una nota dell’Avsi -. L’ambasciatore e il console erano in missione a Goma, dove proprio ieri si era tenuto un momento di incontro personale con gli espatriati italiani. Tra questi anche sei del nostro staff di Avsi Congo che hanno avuto modo di dialogare con lui, di conoscere la sua grande umanità e il suo desiderio di visitare personalmente i progetti e le attività sul terreno, portati avanti grazie alla cooperazione italiana”.
Avsi è presente nella Repubblica Democratica del Congo dal 1973 (allora Zaire) e a oggi è attiva in cinque province nell’est del Paese. Uno staff di 233 persone è impegnato in 19 progetti nei settori energia, educazione, protezione dell’infanzia, livelihood e rafforzamento economico e nutrizione. Raggiunge 890mila beneficiari, di cui più di 370mila bambini e ragazzi (934 attraverso il sostegno a distanza).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy