Criminalità: mons. Savino (Cassano all’Jonio), “solo la legalità può generare giustizia. Necessario un movimento di popolo”

“Solo la legalità può generare giustizia. È necessario un movimento civico serio, che deve diventare di popolo, come chiede Papa Francesco”. Lo ha detto mons. Francesco Savino, vescovo di Cassano all’Jonio, in un monito alla diocesi dopo aver appreso gli sviluppi dell’operazione Kossa che ha smantellato un sistema criminale attraverso cui veniva controllato, in maniera illecita, il tessuto economico della Sibaritide. Nel corso dell’operazione sono state tratte arresto di 17 persone accusate, a vario titolo, di associazione a delinquere di stampo mafioso, concorso esterno, estorsione, illecita concorrenza con minaccia o violenza, esercizio abusivo dell’attività finanziaria; ed ancora per violenza privata, trasferimento fraudolento di valori e truffa, ipotesi di reato anche aggravati dal metodo e dall’agevolazione mafiosa. “Se dobbiamo essere fratelli e sorelle tutti – ha detto mons. Savino –, la fratellanza non può che cominciare dalla giustizia”. “I cittadini – ha concluso il presule – devono essere protagonisti per generare un patto intergenerazionale che sviluppi la cultura della legalità e della giustizia, non delle elemosine e degli amici degli amici”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy