Attacco in R. D. Congo: Iacomini (Unicef), “sgomento per la morte dell’ambasciatore Attanasio, persona molto sensibile alle cause umanitarie”

“Desidero esprimere tutto il mio dolore e quello della mia organizzazione, l’Unicef, per la scomparsa dell’ambasciatore Luca Attanasio, del carabiniere e dell’autista al loro seguito” Lo dichiara Andrea Iacomini, portavoce dell’Unicef per l’Italia.
“Un uomo di rara disponibilità e umanità che dimostrò proprio 3 anni fa, seguendo personalmente il non facile iter di uscita dal Congo di alcuni giovani e bambini e bambine del Paese per venire in Italia a raccontare le loro storie nella nostra trasmissione ‘Prodigi – La Musica è vita’ – prosegue Iacomini -. Il Congo è uno dei Paesi più pericolosi e instabili al mondo con 5,2 milioni di persone sfollate, più che in ogni altro Paese eccetto la Siria. Il 50% è sfollato negli ultimi 12 mesi. Nelle province di Ituri, Nord Kivu, Sud Kivu e Tanganyika, le più colpite dalle violenze e dove si è verificato l’attentato, oltre 8 milioni di persone si trovano in condizioni di insicurezza alimentare acuta, un quadro devastante”.
“Ci stringiamo alla sua famiglia, a sua moglie e ai suoi figli nello strazio di queste ore e inviamo il nostro sentito cordoglio alle famiglie delle due vittime”, conclude il portavoce di Unicef Italia.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy