Quaresima: mons. Moraglia (Venezia) ai preti della diocesi, “offrire celebrazioni penitenziali condivise e partecipate nel rispetto delle norme anti-Covid”

“Valorizzare il tempo quaresimale, fin dal suo inizio, per offrire a tutti occasioni e celebrazioni penitenziali condivise, ben preparate e partecipate, nel rispetto delle norme prescritte per la tutela della salute, affinché ci si accosti al sacramento della penitenza sia nella forma della riconciliazione riservata ai singoli penitenti (Rito della penitenza, nn. 41-47), sia nella forma della riconciliazione di più penitenti, con la confessione e assoluzione individuale (Rito della penitenza, nn. 48-50)”. È l’esortazione del patriarca di Venezia, Francesco Moraglia, nella lettera per il tempo di Quaresima inviata oggi, Mercoledì delle Ceneri, a tutti i presbiteri della diocesi.
Il patriarca ricorda che “la confessione – secondo una di queste due forme – è richiesta per quanti”, in occasione dello scorso Natale, “hanno usufruito della celebrazione del sacramento con l’assoluzione generale (senza l’accusa dei peccati gravi al ministro) se, nel frattempo, non hanno potuto accedere al sacramento in forma ordinaria, ossia sottoponendo alla Chiesa i singoli peccati gravi già rimessi”. L’assoluzione impartita in forma generale è concessa “in caso di necessità dal vescovo diocesano affinché i fedeli non siano privati, a lungo, del sacramento e – in questo tempo di pandemia – evitino, insieme al ministro, il contagio”. Per tale forma straordinaria sono valide le indicazioni già emanate lo scorso 12 dicembre. I parroci, dopo aver attentamente valutato la situazione, la sottoporranno al vicario episcopale per la pastorale che ha facoltà di concedere l’amministrazione del sacramento secondo la modalità straordinaria. Le celebrazioni in forma straordinaria, conclude Moraglia, saranno concesse per un periodo di tempo circoscritto, “fra la V domenica di Quaresima (21 marzo 2021) e la II domenica di Pasqua o ‘della Divina Misericordia’ (11 aprile 2021)”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy