Quaresima: mons. De Luca (Termoli), “vivere la vita nuova ricevuta con il Battesimo”

“Vogliamo coniugare personalmente e tutti insieme questi verbi: rinnovare la fede, attingere l’acqua viva della speranza e accogliere l’amore di Dio. Come potete comprendere non si tratta di fare delle cose o delle azioni caratterizzata da una o dall’altra dimensione, ma di vivere la vita nuova che è stata deposta nella nostra esistenza il giorno del nostro Battesimo”. Lo scrive il vescovo di Termoli-Larino, mons. Gianfranco De Luca, nella sua lettera ai fedeli per la Quaresima.
Dal presule l’invito a tutta la comunità diocesana a condividere il messaggio di Papa Francesco diffuso in occasione del periodo di preparazione alla Santa Pasqua. Ma anche una proposta: “Prepariamo la messa in famiglia”. Si tratta di una scheda di preghiera di agile lettura che sarà diffusa su tutti i canali social (Facebook, Twitter, gruppi Whatsapp) nel corso delle Settimane di Quaresima. Ogni volta, la lettura di un passo del Vangelo sarà accompagnata anche da un gesto-impegno da condividere in famiglia. Il primo impegno indicato dal vescovo è quello di “rinnovare la fede”, che “è vista e presentata come una relazione dinamica che va coltivata, cresce, si approfondisce sempre più”. In secondo luogo, l’invito ad attingere “l’acqua viva della speranza” attraverso il sacramento della Riconciliazione. “In questo modo potremo essere, in questo tempo di preoccupazione e spaesamento, portatori di speranza e promotori del bene e profeti di un futuro migliore”. Infine, l’incoraggiamento ad “accogliere l’amore che Dio riversa nei nostri cuori continuamente”. “Anche qui se ad amare si impara amando, è anche vero che l’amore cresce in noi nella misura in cui amiamo gli altri”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy