Missionari martiri: Rocca (Fond. Missio), “testimoni accanto ai popoli che soffrono”. Via a un progetto di solidarietà con l’Etiopia

Giovanni Rocca (Missio Giovani)

Il prossimo 24 marzo si celebra la ventinovesima Giornata dei missionari martiri. “Nella stessa data, 41 anni fa, mons. Oscar Romero, arcivescovo di San Salvador, veniva assassinato durante la celebrazione della messa, punito per le sue denunce contro le violenze della dittatura militare nel Paese”, ricorda Giovanni Rocca, segretario nazionale di Missio Giovani, che organizza il cammino spirituale e di formazione fino al 24 marzo e oltre, per giungere alla Pasqua. “Come il Santo de America ogni anno centinaia di donne e uomini sparsi per il globo rimangono fedeli al messaggio evangelico di pace e giustizia fino all’ultimo istante di vita; sono loro i protagonisti della celebrazione di cui Missio Giovani ogni anno si fa promotrice”. “Il sacrificio dei martiri, ossia dei testimoni, è il segno tangibile – afferma – che la propagazione della fede non è una crociata ma un abbraccio di culture, popoli e religioni, la totale disponibilità di sé verso l’ascolto e lo scambio reciproco, il soccorso verso chi è nel bisogno”.
Rocca afferma: “Quest’anno, il nostro cammino verso la Giornata del 24 marzo sarà segnato ancora di più da diverse tappe progressive lungo il percorso: arriviamo alla méta solo dopo aver celebrato la strada che ci consente di capire. Materiali, articoli, interviste, video ci aiuteranno a prepararci all’evento: la missione è ogni giorno testimonianza. E questa testimonianza è sempre più preziosa perché serve ad accompagnare interi popoli costretti a confrontarsi quotidianamente con la guerra, la violazione dei diritti, i soprusi, la fame e la povertà”. I missionari “sono sempre accanto ai popoli che vivono circostanze di martirio per condividere con essi il destino di resurrezione. Non per subire. Sono presenti nella storia per cercare la strada della vita, non quella della morte”.
Sul sito della Fondazione Missio vengono resi disponibili a partire da oggi, materiali conoscitivi, testi, video, testimonianze per l’animazione missionaria nelle comunità parrocchiali e diocesane e per la preghiera personale. In vista della Giornata dei missionari martiri viene anche promosso un progetto di solidarietà per realizzare un laboratorio informatico per i giovani di Robe, in Etiopia.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy