Argentina: arcidiocesi di Rosario condanna incendi “intenzionali e incontrollati” nella provincia di Entre Ríos, causati da “brama di ricchezza”

L’arcidiocesi di Rosario, in Argentina, attraverso la Pastorale sociale ha espresso preoccupazione per la “nuova e allarmante serie di incendi intenzionali e incontrollati” sulle isole fluviali di Entre Ríos, proprio di fronte alla città, avvolta in questi giorni da una forte nuvola di fumo.
“Questi eventi costituiscono un vero ecocidio a causa delle sue conseguenze sull’ambiente e sulle persone”, ha affermato in una nota Viviana Wille Bille, direttrice della Pastorale sociale.
L’arcidiocesi si unisce così “al grido disperato della madre terra, dei poveri, per i quali optiamo in modo preferenziale, e per tutto il popolo di Rosario che subisce questa situazione di coinvolgimento non solo fisico ma anche sociale e spirituale perché sentiamo che gli interessi economici e la brama di ricchezza idolatrata influiscono ancora una volta sulla vita delle persone e della Terra”.
Conclude la nota, che cita più volte la Laudato si’ di Papa Francesco: “Accompagniamo la richiesta della popolazione e di così tante organizzazioni della società civile, che chiedono la cessazione degli incendi e l’approvazione di una legge sulle zone umide per proteggere questa parte del creato, un dono divino che non possiamo distruggere”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy