Commemorazione defunti: mons. Fragnelli (Trapani), “niente Messe nelle cappelle private”

“In considerazione delle norme sul distanziamento, in questo periodo di emergenza sanitaria non sarà possibile celebrare Messe nelle cappelle private”. Lo scrive il vescovo di Trapani, mons. Pietro Maria Fragnelli, ai parroci della diocesi, in prossimità della Commemorazione dei defunti. “Siamo invitati a vivere con realismo e prudenza questo tempo di ripresa delle nostre attività parrocchiali e, in particolare, la festa di Tutti i Santi e la Commemorazione dei nostri defunti – afferma -. La curva dei contagi ci preoccupa e ci impone un pieno rispetto dei nuovi decreti governativi volti a contrastare la pandemia da Covid-19”.
Il prossimo 2 novembre, dunque, nel cimitero di Trapani, sarà consentita la sola celebrazione del vescovo, concelebrata esclusivamente dal cappellano del cimitero e dal cappellano militare, mentre negli altri paesi della diocesi saranno i parroci moderatori a valutare, nel dialogo con le rispettive amministrazioni comunali, la possibilità di celebrare il 2 novembre una o più Messe in spazi all’aperto o nella cappella cimiteriale. Il vescovo invita i fedeli, che nei prossimi giorni non potranno recarsi al cimitero, a commemorare tutti i cari defunti con la Messa in parrocchia, la preghiera in famiglia e le opere di carità. In particolare, per agevolare la partecipare alla Messa, il 2 novembre al mattino, si terranno diverse messe, una ogni ora, nella nuova chiesa di Nostra Signora di Fatima, accanto al cimitero di Trapani, chiesa che con la sua grande aula liturgica permette di celebrare in sicurezza. Si svolgeranno alle 9, alle 10, alle 11 e alle 12. Presiederanno, a turno, alcuni parroci della città. Inoltre, per tutti coloro che non potranno recarsi al cimitero, il vescovo presiederà la recita del rosario dal palazzo vescovile, domenica 1° novembre, alle 19, in diretta Facebook sulla pagina della diocesi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy