David Sassoli: Vaccari (Rondine), “suo lascito morale sempre presente a Rondine per continuare a ispirare future generazioni di giovani”

“Siamo addolorati per la sua scomparsa improvvisa, e vogliamo manifestare a nome di tutta Rondine la nostra vicinanza alla famiglia e ai suoi collaboratori”.  Così il Presidente di Rondine, Franco Vaccari, esprime il proprio cordoglio e quello di tutta la “Cittadella della Pace” per la morte di David Sassoli. “La sua memoria, il suo lascito morale sarà sempre presente a Rondine per continuare a ispirare future generazioni di giovani che vorranno mettersi al servizio della comunità globale come lui ha sempre fatto”. Una lunga storia quella che in questi anni ha legato il Presidente del Parlamento Europeo a Rondine, nata dall’incontro con Franco Vaccari in occasione delle elezioni Europee del 2009.  Nel 2011 fu tra i primi europarlamentari a sostenere l’azione di diplomazia popolare di Rondine nata dai “14 punti per pace nel Caucaso” dopo lo scoppio del conflitto russo-georgiano nel 2008 aderendo al “Comitato RondinEUropa” con l’obiettivo di far diventare la proposta elaborata dai giovani di Rondine una risoluzione del Parlamento Europeo. Da allora, spiegano da Rondine, la sua vicinanza al lavoro di Rondine è sempre stata assidua e nel 2014 ha patrocinato un’iniziativa dell’associazione al Parlamento Europeo in occasione del Semestre italiano di Presidenza del Consiglio dell’Ue per portare un messaggio universale di pace in occasione del Centenario della Grande Guerra attraverso l’esperienza dei giovani provenienti da luoghi di conflitto. E proprio il suo impegno per trasmettere ai giovani i valori delle Istituzioni europee è nato l’invito ai giovani italiani del Quarto Anno Liceale d’Eccellenza a visitare il Parlamento di Bruxelles esperienza oggi diventata stabile nel loro percorso di formazione.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy