Giornata comunicazioni sociali: mons. D’Ascenzo (Trani), “cerchiamo sempre la vera comunicazione contro la ‘eloquenza vuota’”

“Un invito semplice, chiaro, significativo, ma anche fondamento per costruire relazioni e incontri autenticamente umani, vitali, belli, gioiosi e, comunque, veri!”. Lo scrive Leonardo D’Ascenzo, arcivescovo di Trani-Barletta-Bisceglie, riferendosi al titolo “Vieni e vedi” del messaggio scritto da Papa Francesco per la 55ª Giornata mondiale delle Comunicazioni sociali che si celebra domenica 16 maggio. Le parole del Vangelo di Giovanni (1, 46) “rispecchiano ed esprimono l’identità dell’attività di coloro che operano nel vasto mondo delle comunicazioni sociali. Ecco perché il primo pensiero che mi attraversa è quello dell’invito alla lettura diretta del messaggio di Papa Francesco, nel quale viene ripresa l’immagine delle ‘scarpe’ del giornalista ‘consumate’ perché alla ricerca continua della ‘verità delle cose e della vita concreta delle persone’, contro un’informazione costruita nelle redazioni o allestita con il copia e incolla”, spiega D’Ascenzo. “Nel territorio diocesano – prosegue – sono tante le realtà che operano in questo mondo e spesso incontro le donne e gli uomini che vi lavorano: li vedo attenti, solerti, andare verso, per tutto l’arco della giornata” e “sensibili alla comunità ecclesiale diocesana”. D’Ascenzo conclude: illuminati dalla parola di Papa Francesco, “cerchiamo sempre la vera comunicazione contro la ‘eloquenza vuota’. Cerchiamola anche con la preghiera elevata al Signore, come suo dono. Oggi, come ieri, abbiamo bisogno di prossimità”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy