Belgio: vescovi, contro il Covid-19 “i vaccini sono efficaci, per molti fanno la differenza tra la vita e la morte”

“C’è una sola via d’uscita: quella della solidarietà, che sola offre un vero futuro. Solidarietà attraverso il perseguimento di una rigorosa e convinta osservanza delle misure di sicurezza: ci proteggono e proteggono i nostri vicini. Solidarietà attraverso la vaccinazione: i vaccini sono efficaci, per molti fanno la differenza tra la vita e la morte, tra malattie gravi e lievi”. È l’appello lanciato dai vescovi belgi: infatti, continuano a salire i contagi da Covid-19 in Belgio, dove il governo per frenare i contagi ha deciso una serie di misure restrittive. “La quarta ondata di Coronavirus – scrivono i vescovi – sta colpendo duramente il nostro Paese. Gli ospedali sono sull’orlo della saturazione. Sempre più scuole stanno passando alla didattica a distanza. Cultura, ospitalità e tanti altri settori stanno rivivendo momenti difficili. Soprattutto, si sta diffondendo lo scoraggiamento. Pensavamo che la vaccinazione avrebbe sconfitto il virus. Ma quest’ultimo si sta rivelando più forte e più imprevedibile del previsto. Cosa fare?”. Da qui l’appello dei vescovi a rispettare le misure di protezione e a vaccinarsi. Preoccupa l’episcopato belga soprattutto l’emergenza nella sanità: “Meno sono i pazienti ricoverati per infezione da Coronavirus, meno tempo di rinvio occorre per fare le operazioni per i pazienti gravemente malati”. L’appello chiede anche una “solidarietà globale” perché “solo quando la popolazione mondiale sarà sufficientemente vaccinata riusciremo a sconfiggere questa pandemia”. “I vescovi – si legge nella nota diffusa oggi – hanno più volte difeso questa solidarietà che pone i limiti della nostra libertà individuale. Lo ribadiscono oggi. Non perdiamoci d’animo in questi giorni difficili. Seguiamo scrupolosamente le misure decretate dalle autorità”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy