Papa Francesco: alla Fao, “la fame non è solo una tragedia ma una vergogna”

“Nonostante gli sforzi dell’ultimi decenni il numero di persone che lottano contro la fame e l’insicurezza alimentare è cresciuto sta crescendo e l’attuale pandemia aggraverà queste cifre”. Lo denuncia il Papa, nel videomessaggio – in spagnolo – inviato alla Fao in occasione del suo 75° anno di attività. “Per l’umanità la fame non è solo una tragedia ma una vergogna”, il monito del Papa, causata “da una distribuzione diseguale dei frutti della terra, a cui si aggiunge la mancanza di inversioni nel settore agricolo, le conseguenze del cambiamento climatico e l’aumento dei conflitti in molte parti del pianeta”. Oggi, inoltre, “si sprecano tonnellate di alimenti”. “Adottare soluzioni innovatrici che possono trasformare il modo in cui produciamo e consumiamo gli alimenti, per il benessere delle nostro comunità e del nostro pianeta, incrementando anche la capacità di recupero e la sostenibilità a largo raggio”, la proposta di Francesco, secondo il quale “in questo periodo di grande difficoltà causata dalla pandemia di Covid-19 è molto importante sostenere le iniziative messe in atto da organizzazioni come la Fao, il Programma alimentare mondiale e il Fondo internazionale per lo sviluppo agricolo, finalizzate a promuovere un’agricoltura sostenibile e diversificata, sostenere le piccole comunità agricole e cooperare per lo sviluppo rurale dei paesi più poveri”. Poi il Papa si sofferma sulle “contraddizioni” di un’epoca come la nostra: “Da un lato, siamo testimoni di un progresso senza precedenti nei diversi campi della scienza; dall’altro lato, il mondo si trova a fronteggiare molteplici crisi umanitarie”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy