Missioni: mons. Rugambwa (Congr. evangelizzazione popoli), “andare avanti senza paura”. Mons. Dal Toso (Pom), “gli aiuti realizzati grazie al fondo per la pandemia”

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

“Non dobbiamo avere paura! La missione va avanti”. Lo ha detto mons. Protase Rugambwa, segretario della Congregazione per l’evangelizzazione dei popoli, durante la conferenza stampa di presentazione della Giornata missionaria mondiale, in programma domenica prossima sul tema: “Eccomi, manda me”. Il messaggio del Papa per la Giornata, ha sottolineato il relatore, vuole “invitare tutti i fedeli a riconfermare la loro disponibilità e la loro partecipazione attiva alla missione evangelizzatrice della Chiesa, sempre più necessaria e urgente”. Nel suo messaggio, ha aggiunto mons. Giampietro Dal Toso, presidente delle Pontificie Opere Missionarie (Pom), Francesco “evoca l’importanza delle Pom e ricorda che, per lunga tradizione, la colletta di questa domenica è destinata alle Pontificie Opere Missionarie”. Grazie al Fondo istituito a nome del Santo Padre per aiutare le Chiese locali nell’affrontare questo periodo di pandemia, fino ad oggi sono stati approvati e finanziati 250 progetti per un totale di 1.299.700 dollari e 473.210 euro. “I fondi provengono da collette svolte in diversi Paesi grazie alle nostre Direzioni nazionali, in tutto circa 120”, ha reso noto Dal Toso. “Il problema maggiore che molte Chiese dei territori di missione si sono trovate ad affrontare è stata la chiusura delle chiese e dunque la mancata celebrazione, con la conseguente mancata colletta”. Grazie al fondo è stato possibile, ad esempio, “l’aiuto ad un convento di religiose di clausura in Marocco; il sostegno a famiglie cristiane nel Bangladesh; il supporto a diverse stazioni radio e tv in Africa per la trasmissione di catechesi e celebrazioni liturgiche”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy