Povertà: Caritas di Roma, in un anno e mezzo di pandemia 41.577 persone nelle tre mense e 2.000 nei centri

Dal 1° gennaio 2020 al 30 giugno 2021 nelle tre mense Caritas sono stati distribuiti 553.074 pasti, per un totale di 41.577 persone. In un anno e mezzo di pandemia sono state ospitate nei centri di accoglienza 2.070 persone. Sono alcuni dei dati contenuti nel Rapporto della Caritas diocesana “Povertà a Roma. Un punto di vista”, presentato oggi al Vicariato di Roma. In questi 18 mesi sono risultati attivi 184 Centri di ascolto parrocchiali, con 11.223 persone che si sono presentate per la prima volta. Oltre 25 mila le persone prese in carico in questo periodo. A luglio 2021, sono risultate iscritte 52.755 persone nei registri parrocchiali, una banca dati istituita nel 2013. Il 64% delle persone seguite sono donne.  I tre Centri di ascolto diocesani (Via Marsala, Via delle Zoccolette e Ostia) hanno accolto invece 4.898 persone di cui il 40,4% donne e il 63,8% uomini. Il Nucleo assistenza legale della Caritas (Nalc) di Roma ha seguito molte persone sovraindebitate, con problemi economici ed abitativi. In aumento le consulenze riguardanti separazioni e divorzi e significativa la presenza di situazioni con maltrattamenti e violenza domestica.  Nei cinque Empori della solidarietà romani sono state autorizzate 3.075 tessere, 2.262 parrocchiali e 813 diocesane.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy