Conferenza episcopale Toscana: adesione a Giornata di preghiera per la pace del 9 aprile. Proseguono cammino sinodale e accoglienza profughi ucraini

I vescovi della Conferenza episcopale Toscana si sono riuniti lunedì 28 marzo all’Eremo di Lecceto, in provincia di Firenze, per la loro assemblea. Lo riferisce un comunicato appena diffuso precisando che i presuli hanno dato il loro benvenuto al vescovo eletto di Massa Carrara-Pontremoli, mons. Mario Vaccari, che per la prima volta partecipava alla riunione, mentre il giorno prima avevano preso parte all’inizio del ministero episcopale di mons. Roberto Campiotti nella diocesi di Volterra.
Nell’approssimarsi della Settimana Santa, i vescovi hanno espresso l’auspicio che quella che si avvicina possa essere una Pasqua di pace per il mondo. Le Chiese toscane aderiranno alla Giornata di preghiera per la pace che la Cei promuove sabato 9 aprile, alla vigilia della Domenica delle Palme. I vescovi si rallegrano inoltre per la generosità con cui le comunità ecclesiali della Toscana si sono impegnate nell’accoglienza dei profughi in arrivo dall’Ucraina e nell’invio di aiuti umanitari.
In apertura di riunione, sono stati analizzati i temi al centro dell’ultimo incontro del Consiglio episcopale permanente della Cei. Tra questi il prosieguo del Cammino Sinodale che vede impegnate attivamente tutte le diocesi toscane e vedrà il coordinamento a livello regionale di un vescovo referente nella persona di mons. Fausto Tardelli, vescovo di Pistoia e segretario della Conferenza episcopale toscana. Ogni diocesi sta adesso raccogliendo gli esiti di questa fase di ascolto, che ha coinvolto in maniera soddisfacente le varie componenti ecclesiali.
La cessazione dello stato di emergenza sanitaria offre la possibilità di una prudente ripresa della vita comunitaria. Nell’auspicare una piena partecipazione dei fedeli alla liturgia e alle attività pastorali delle comunità, i presuli rimandano alle indicazioni contenute nella Lettera della Presidenza Cei diffusa nei giorni scorsi.
Viene istituita una Commissione regionale per il diaconato permanente: approvato lo Statuto a partire dal prossimo 14 maggio inizierà il suo cammino sotto la guida del vescovo delegato mons. Stefano Manetti, vescovo di Montepulciano-Chiusi-Pienza.
I vescovi hanno notato come si sia ben avviata l’attività di formazione promossa dal Servizio regionale per la tutela dei minori e delle persone vulnerabili, fondamentale in un’ottica di contrasto e prevenzione. Nelle singole diocesi sono a disposizione i Centri d’ascolto per accogliere eventuali segnalazioni.
I vescovi toscani incontreranno a breve la Commissione Pontificia di verifica e sostegno per l’applicazione nelle Chiese italiane del Motu Proprio Mitis Iudex Dominus Iesus per la riforma del processo canonico per le cause di dichiarazione di nullità del matrimonio. In vista di questo incontro, è stata fatta una disamina di quanto compiuto in Toscana e di come la riforma è stata attuata dal Tribunale ecclesiastico regionale etrusco e dai singoli Tribunali diocesani.
La riunione estiva residenziale dei vescovi toscani si svolgerà a Massa Marittima dal 13 al 15 giugno.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy