Coronavirus Covid-19: Fondazione Arché, dal 17 maggio “Con.Te.Sto”, lo sportello per affrontare il disagio psicologico

Uno sportello psicologico per affrontare insieme e con l’aiuto di esperti le conseguenze più intime e personali della pandemia. Ansia, stress, depressione sono solo alcune delle manifestazioni di un disagio a cui il nuovo progetto “Con.Te.Sto” di Fondazione Arché, in collaborazione con il Municipio 8 di Milano, intende dare risposta. A partire dal 17 maggio, ogni lunedì, dalle 9.30 alle 13 e ogni venerdì dalle 17 alle 19.30, presso i locali del Cam di Quarto Oggiaro in Via Lessona 20, un’équipe di psicologi e psicoterapeuti incontrerà, gratuitamente, i cittadini e le cittadine di Milano, ascoltando e offrendo supporto e consigli per identificare insieme le cause del malessere psicologico e per affrontarlo.
Il servizio arriva a più di un anno dallo scoppio della pandemia di Covid-19, periodo in cui alle difficoltà economiche si è sommata e affiancata una diffusa condizione di sofferenza psicologica all’interno della società italiana: secondo una ricerca dell’Istituto Mario Negri dello scorso anno, il 52,6% degli intervistati ha dichiarato di aver avuto delle ricadute psicologiche nel periodo di quarantena. Preoccupante anche la situazione di giovani e adolescenti che in molti casi hanno visto un peggioramento dello stato di salute mentale.
Per rispondere al disagio di giovani e meno giovani, il progetto Con.Te.Sto mette a disposizione la consulenza di un esperto disponibile non solo ad ascoltare in un primo colloquio informativo ma anche a proporre un percorso di accompagnamento, psicologico e/o spirituale, orientato ad individuare nuovi equilibri e nuove possibilità tese al raggiungimento di uno stato di maggior benessere.
“Lo sportello psicologico è in linea con la risposta all’emergenza del Covid-19 e delle sue conseguenze che Arché sta offrendo fin dallo scorso anno. Se nell’immediato abbiamo promosso la consegna di cibo e una serie di servizi alle persone più in difficoltà per il Covid, ora proseguiamo con questo servizio di accompagnamento psicologico per giovani e adulti, visto che le conseguenze della pandemia vanno ben oltre la sfera economica”, afferma p. Giuseppe Bettoni, presidente e fondatore di Fondazione Arché.
“Lo sportello psicologico – aggiunge – è un aiuto concreto, infatti, per dare risposta al disagio psicologico che, insieme a quello sociale, rappresenta uno dei lasciti più preoccupanti dell’epidemia Covid-19 ed è anche un altro esempio di proficua e positiva collaborazione tra istituzioni pubbliche, in questo caso il Municipio 8 del comune di Milano, e organizzazioni del terzo settore”.
Il servizio è attivabile solo su appuntamento telefonico, chiamando il 347 14182462 dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.30.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy