Otto marzo: Unicef Italia, lanciata petizione per chiedere che venga rinnovato e integrato il Piano nazionale antiviolenza

L’Unicef Italia celebra la Giornata internazionale dei diritti della donna con la campagna #8marzodellebambine quest’anno dedicata a sostenere la lotta alla violenza di genere in Italia e nel mondo e lancia una petizione per chiedere che venga rinnovato e integrato il Piano nazionale antiviolenza che definisce obiettivi e programmi per combattere la violenza di genere. Testimonial della campagna l’attrice Serena Rossi che ha deciso di schierarsi al fianco dell’Unicef a sostegno di tutte le bambine, le ragazze e le donne in Italia e nel mondo che ancora necessitano di essere tutelate e protette. Serena Rossi è la protagonista di un video appello dell’Unicef per chiedere che ogni bambina/ragazza/donna sia libera, rispettata e protetta.

Attraverso la petizione per il rinnovo del Piano nazionale antiviolenza, l’Unicef chiede che lo stesso venga integrato con alcune istanze presentate all’Unicef da giovani donne: “Aumentare i posti disponibili per l’accoglienza di donne e nuclei madri-bambino sopravvissute o a rischio di subire violenza e rimuovere gli ostacoli che impediscono di chiedere supporto. Prevedere una campagna di sensibilizzazione continua sulla violenza di genere, nelle scuole e nei luoghi di formazione. Combattere in ogni ambito, sede e fonte giuridica il pregiudizio che colpevolizza la vittima e sviluppare una cultura del consenso”.
“Finché le ragazze temono per la loro sicurezza, non possono realizzare il loro pieno potenziale e sono impossibilitate a proseguire l’istruzione, il lavoro e altre opportunità sociali e politiche – dichiara Carmela Pace, presidente dell’Unicef Italia -. Ovunque a scuola, a casa, al lavoro le bambine e le donne devono essere protette e tutelate. Come Unicef non ci tiriamo indietro e continueremo a lavorare per dare ad ogni bambina e ogni donna l’attenzione, gli strumenti e il sostegno che sono dovuti. Ringrazio Serena Rossi per essersi schierata al nostro fianco in questa lotta di vitale importante e invito tutti a firmare la petizione Unicef per chiedere che venga rinnovato e integrato il Piano nazionale antiviolenza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy