Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. Milano, esonda il Seveso: allagamenti e blackout. Palermo, GdF in azione: mascherine contraffatte

Coronavirus/I numeri: oltre 300mila decessi nel mondo. Usa e Regno Unito, record negativi

In tutto il mondo superati i 300mila morti a causa del coronavirus, con oltre 4,4 milioni di contagiati. Lo rende noto la Johns Hopkins University, specificando che circa l’80% dei decessi è avvenuto in Europa e negli Stati Uniti. Nello specifico – scrive Askanews – i morti sono stati 162.654 in Europa (1.825.812 contagiati), mentre gli Stati Uniti sono il Paese con il maggior numero di decessi (85.813). Seguono Regno Unito (33.614), Italia (31.368), Francia (27.425) e Spagna (27.321).

Coronavirus/Italia: Guardia di Finanza in azione a Palermo, contraffazione di mascherine e gel igienizzante

L’emergenza coronavirus ha messo le Forze dell’ordine di fronte a un aumento esponenziale di fenomeni d’illegalità come contraffazione e aumento ingiustificato dei prezzi al dettaglio. Stavolta, però, a essere contraffatti non sono gli abiti o le borse griffate, bensì i dpi cioè i dispositivi di protezione individuale (mascherine e gel igienizzante fra tutti) con cui siamo chiamati a tutelarci dalla possibilità di contagio da coronavirus Sars-Cov2. A Palermo, si legge in un servizio di Askanews, la Guardia di Finanza, spesso su segnalazione degli stessi cittadini, esegue con ritmo pressoché giornaliero nuovi sequestri di dpi non a norma, importati o venduti illegalmente e che potrebbero non essere efficaci per combattere il virus e, soprattutto, rischiano di risultare addirittura nocivi per chi ne fa uso.

Cronaca: nubifragio a Milano, esonda il Seveso. Allagamenti e blackout in diversi quartieri

A causa di un forte nubifragio che ha colpito la città, a Milano è esondato nella notte il fiume Seveso, mentre il Lambro è ai livelli di guardia: allagamenti e blackout in diversi quartieri, in particolare a Niguarda, con inevitabili forti disagi per la circolazione e i trasporti pubblici. “Seveso e Lambro: ore 3.10. Esondato Seveso a Niguarda in via Valfurva”, ha scritto su Facebook l’assessore alla mobilità e ai lavori pubblici del Comune di Milano, Marco Granelli, per poi aggiornare: “Seveso e Lambro ore 6.00 Continua a piovere molto ed esondazione ancora in corso ormai da due ore. Salito anche il Lambro vicino a esondazione”. L’Atm ha fatto sapere che per le conseguenze del maltempo in particolare sulla linea metropolitana M2 i treni sono sostituiti da bus nelle tratte Famagosta-Assago e Famagosta-Abbiategrasso. Il Comune di Milano aveva disposto dalle 18 di ieri l’attivazione del Centro operativo comunale a seguito dell’allerta meteo arancione per il rischio di forti temporali emanato dal Centro funzionale monitoraggio rischi naturali della Regione Lombardia.

Messico: 42 persone sono morte dopo aver bevuto alcol contraffatto durante una veglia funebre

In Messico almeno 42 persone sono morte dopo aver bevuto alcol contraffatto durante una veglia funebre che si è svolta martedì nello Stato di Puebla. Lo hanno rivelato ieri sera le autorità locali. Stando al sindaco di Chiconcuautla, città a 200 chilometri da Città del Messico dove è stata registrata la maggior parte dei casi di avvelenamento, altre undici persone gravemente intossicate stanno lottando tra la vita e la morte. Le autorità – riferisce Euronews – hanno sequestrato circa 200 litri di alcool adulterato, ma non è stato effettuato alcun arresto. Non è il primo caso di questo tipo in Messico. Nelle ultime tre settimane almeno altre 38 persone sono morte nello stato occidentale di Jalisco dopo aver bevuto alcolici adulterati. Tra le misure introdotte in molte città per combattere il Covid-19 c’è anche il divieto di consumo di bevande alcoliche. Secondo le autorità tale carenza, in particolare di birra, ha spinto molte persone a consumare alcol di dubbia provenienza.

Portogallo: caso Novo Banco, governo si ricompatta e rinnova la fiducia a Mario Centeno

Il governo portoghese si ricompatta e rinnova la fiducia a Mario Centeno. Un faccia a faccia tra il premier Antonio Costa e il ministro delle Finanze e presidente dell’Eurogruppo durato tre ore ha chiuso ieri una lacerante polemica che avrebbe potuto costringere Centeno alle dimissioni. La vicenda riguarda il versamento di 850 milioni di euro al Novo Banco, un istituto di credito in crisi; versamento autorizzato da Centeno e ignorato da Costa. Il capo del governo davanti al parlamento aveva affermato l’inesistenza di aiuti di stato a favore della banca in questione, dicendo di restare in attesa degli esiti dei controlli sulla regolarità dei conti e delle procedure. Critiche a Centeno, seppure indirette, erano arrivate anche dal presidente della Repubblica, il conservatore Marcelo Rebelo de Sousa, che aveva lodato la decisione del premier di ordinare degli audit sul Novo Banco.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy