Coronavirus Covid-19: Scarp de’ tenis, appello per i venditori del giornale di strada. Rivista in vendita on line

(Milano) “L’emergenza sanitaria che ha colpito il Nord Italia rischia di lasciare pesanti segni anche sui giornali di strada e sui loro venditori”: è quanto confida al Sir Stefano Lampertico (nella foto), direttore di Scarp de’ tenis, il mensile di strada promosso da Caritas Ambrosiana e Caritas Italiana. “Scarp de’ tenis è lo storico streetmagazine che ha il suo cuore a Milano e viene venduto anche in altre città del nord come Torino, Genova, Venezia, Vicenza, Verona, nelle strade e soprattutto nelle parrocchie al termine delle messe”. “Nel Nord Italia le ordinanze e il buon senso – spiega il direttore Lampertico – impediscono ai nostri venditori di poter proporre l’acquisto di Scarp. Ricordo che la maggior parte delle copie viene distribuita e venduta al termine delle messe, che come sapete sono sospese in molte parti del Nord”. Così, per i venditori di Scarp, “persone che hanno alle spalle storie di disagio e di grave emarginazione, è un brutto colpo. Le vendite infatti consentono loro di poter avere a disposizione un reddito per poter vivere dignitosamente. Per questo motivo, e fino a quando l’emergenza non rientrerà, abbiamo deciso di anticipare la pubblicazione del numero di marzo e di metterla in vendita sul nostro canale digitale www.social-shop.it”.
“È possibile dunque, e limitatamente per questo periodo, acquistare il giornale nel suo formato digitale”, aggiunge il direttore. “Ai venditori garantiremo la parte che sarebbe loro spettata. Ai nostri lettori, a chi ci segue, a chi è affezionato alle nostre storie, lanciamo allora questo appello ad acquistare Scarp in un formato diverso da quello cartaceo. Certo, ci troveremo a far fronte a una riduzione del nostro numero di vendite e sappiamo altrettanto bene quanto siano importanti le relazioni umane che spesso legano i venditori a chi acquista il giornale in strada o in parrocchia. Ma non ci scoraggiamo! Ci stiamo ponendo il problema di come compensare le loro mancate entrate, immaginando, non appena possibile, una presenza più massiccia. Molto dipenderà dal protrarsi delle misure di salute pubblica emanate dalle Regioni d’intesa con il Governo”. Il numero di Scarp de’ tenis, in vendita su www.social-shop.it, ha in copertina un’intervista esclusiva ad Angelo Branduardi che al giornale di strada dice: “Non avessi avuto la musica, sarei un clochard, è la mia seconda natura”. All’interno del giornale l’inchiesta sul Reddito di cittadinanza a un anno dalla sua emanazione, tra luci e ombre, e un dossier sulla povertà minorile: i dati dicono che sono triplicati i bambini poveri nel Paese.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy