This content is available in English

Papa Francesco: udienza, “digiunare non è soltanto dimagrire”. “Liberarci di tante realtà superflue per riscoprire i volti di chi ci sta accanto”

foto SIR/Marco Calvarese

“Digiunare non è soltanto dimagrire: digiunare è andare proprio all’essenziale. È cercare la bellezza di una vita più semplice”. Lo ha puntualizzato il Papa, nella catechesi dell’udienza di oggi, dedicata al tema del deserto, nel giorno in cui inizia la Quaresima. “Gesù, chiamandoci nel deserto, ci invita a prestare ascolto a quel che conta, all’importante, all’essenziale”, ha spiegato Francesco: “Al diavolo che lo tentava rispose: ‘Non di solo pane vivrà l’uomo, ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio’”. “Come il pane, più del pane ci occorre la Parola di Dio, ci serve parlare con Dio, ci serve pregare”, l’invito del Papa a proposito delle pratiche quaresimali: “Perché solo davanti a Dio vengono alla luce le inclinazioni del cuore e cadono le doppiezze dell’anima. Ecco il deserto, luogo di vita, non di morte, perché dialogare nel silenzio col Signore ci ridona vita”. “Proviamo di nuovo a pensare a un deserto”, l’invito ai 12mila in piazza: “Il deserto è il luogo dell’essenziale. Guardiamo le nostre vite: quante cose inutili ci circondano! Inseguiamo mille cose che paiono necessarie e in realtà non lo sono”. “Quanto ci farebbe bene liberarci di tante realtà superflue, per riscoprire quel che conta, per ritrovare i volti di chi ci sta accanto!”, ha esclamato Francesco: “Anche su questo Gesù ci dà l’esempio, digiunando. Digiunare è saper rinunciare alle cose vane, al superfluo, per andare all’essenziale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy