Fede e cultura: Opera Santa Croce, al via a Firenze il ciclo di incontri “Oltre il conflitto, per un nuovo umanesimo”

(Foto: Opera Santa Croce)

È questo un tempo che richiede impegno culturale e spirituale per andare oltre il conflitto e costruire un nuovo umanesimo. È il messaggio che arriva dalla comunità francescana e dall’Opera di Santa Croce di Firenze attraverso il ciclo di quattro incontri che porta come titolo generale “Oltre il conflitto, per un nuovo umanesimo”, al via oggi. Sono previsti gli interventi della storica dell’arte Cristina Acidini, presidente dell’Opera di Santa Croce, del filosofo Sergio Givone, del card. Mauro Gambetti, francescano, e dell’arcivescovo di Benevento, Felice Accrocca.
“Lo scopo è quello di riflettere insieme e di individuare una risposta alternativa all’anti umanesimo e al post umanesimo che sta caratterizzando in modo tragico questo momento storico – sottolinea padre Giancarlo Corsini, rettore della basilica -; lo faremo tornando a Francesco d’Assisi, uomo nuovo per il suo tempo e contemporaneo per noi oggi, come mettono in chiara evidenza le encicliche Laudato si’ e Fratelli tutti”.
Santa Croce si conferma così luogo di dialogo e di incontro tra valori spirituali e civili, tra fede e cultura. Sarà Cristina Acidini, oggi, ad aprire il ciclo di conferenze con una rivisitazione del pulpito quattrocentesco di Benedetto da Maiano con Storie francescane, mostrando come le vicende di San Francesco e dell’Ordine, codificate nell’iconografia trecentesca, vengono trasposte nel linguaggio artistico dell’umanesimo e rese attuali, anche nella scelta dei soggetti rappresentati.
La bellezza nella dimensione francescana come forma di servizio allo sviluppo umano è il tema su cui si concentrerà l’intervento di Segio Givone, in programma mercoledì 27 aprile.
La visione francescana della vita per delineare un nuovo umanesimo è l’argomento con cui si confronterà il card. Mauro Gambetti, nel suo intervento di mercoledì 4 maggio.
Sulla crisi dell’umanesimo e sul ruolo di Francesco, uomo nuovo, rifletterà l’arcivescovo Felice Accrocca, profondo conoscitore della spiritualità francescana, nell’ultimo incontro in programma mercoledì 18 maggio.
Tutti gli incontri si svolgeranno alle ore 16.30, nel Cenacolo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy