Festival della Missione: incontro in Università Cattolica, “Per una geopolitica della pace”

“L’assenza della guerra” richiede “la cooperazione, soprattutto da parte di coloro che hanno maggiori responsabilità, nel perseguire obiettivi che vadano a beneficio di tutti. La pace deriva da un impegno duraturo per il dialogo reciproco, da una paziente ricerca della verità e dalla volontà di anteporre il bene autentico della comunità al vantaggio personale”: ha preso le mosse da queste riflessioni del Papa il convegno “Per una geopolitica della pace”, in corso nell’aula Pio XI dell’Università Cattolica del Sacro Cuore a Milano. Il dibattito rientra tra le iniziative del Festival della Missione, promosso a Milano dal 29 settembre al 2 ottobre dalla Conferenza degli istituti missionari in Italia (Cimi) e dalla Fondazione Missio (organismo pastorale della Conferenza episcopale italiana), in collaborazione con l’arcidiocesi di Milano. “Vivere per Dono”, il tema della manifestazione, giunta alla seconda edizione e articolata in mostre, percorsi artistici, presentazioni di libri, dialoghi.
All’incontro intervengono Antonella Sciarrone Alibrandi, prorettrice vicaria dell’Università Cattolica, Lia Quartapelle, responsabile esteri del Partito democratico, Alfredo Mantica, già viceministro del ministero degli Affari esteri e attualmente vice presidente di Fondazione Avsi, Marco Caselli, direttore del Centro di Ateneo per la solidarietà internazionale dell’Università Cattolica, Pasquale Ferrara, ambasciatore, Ivana Borsotto, presidente della Federazione organismi cristiani di servizio internazionale volontario (Focsiv), che, durante l’incontro, coglierà l’occasione per presentare la campagna 070 di Focsiv per chiedere al governo e al Parlamento di dare più rilevanza alla cooperazione allo sviluppo, con maggiori risorse secondo l’obiettivo delle Nazioni Unite dello 0,7% del reddito nazionale lordo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy