Servizio civile: Lega del Filo d’Oro, disponibili 36 posti in due progetti, “Insieme oltre il buio e il silenzio” e “Noi nel mondo”

La Fondazione Lega del Filo d’Oro onlus aderisce all’edizione 2022 del Servizio civile universale e lo fa con 2 nuovi progetti che hanno l’obiettivo di inserire complessivamente 36 operatori volontari presso i centri e le sedi territoriali dell’ente presenti in 8 regioni italiane. Un’esperienza che permetterà ai giovani che ne prenderanno parte di supportare gli operatori della Fondazione nelle attività educative, occupazionali, socio-ricreative e di vita quotidiana rivolte alle persone con sordocecità e pluriminorazione psicosensoriale.
Anche quest’anno la Lega del Filo d’Oro ha presentato i propri progetti in partnership con la Fondazione Don Carlo Gnocchi e la Fondazione Sacra Famiglia, che rientrano nel programma “2+2=5 il valore aggiunto sei tu!” costituito da 21 progetti, per un totale di 392 posti disponibili, tutti approvati e finanziati dal Dipartimento per le Politiche giovanili e il Servizio civile universale. In particolare, i due progetti presentati dalla Fondazione Lega del Filo d’Oro onlus sono “Insieme oltre il buio e il silenzio” e “Noi nel mondo”.
“L’esperienza del Servizio civile presso la Lega del Filo d’Oro rappresenta un’importante opportunità formativa che permetterà, a chi sceglierà di farne parte, di crescere umanamente e acquisire nuove competenze – dichiara Rossano Bartoli, presidente della Fondazione Lega del Filo d’Oro onlus -. I giovani volontari riceveranno, infatti, una formazione condotta dal personale dell’ente e contestualmente potranno aiutare le persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali ad uscire dal loro isolamento, fatto di buio e silenzio, attraverso preziose occasioni di relazione che, auspichiamo, possano far germogliare quell’impegno inteso come valore di coesione sociale, capace di fare la differenza nella vita di chi non vede e non sente”.
Per il progetto “Insieme oltre il buio e il silenzio” il ruolo degli operatori volontari consisterà nel supportare il personale e i volontari dell’ente a promuovere il benessere psicofisico delle persone con sordocecità e pluriminorazione psicosensoriale ospiti dei centri residenziali attraverso il potenziamento delle attività che favoriscono una maggiore autonomia e indipendenza, socialità e benessere fisico. Nel secondo progetto “Noi nel mondo”, i volontari selezionati affiancheranno il personale e i volontari dell’ente nell’organizzazione, realizzazione e potenziamento di tutte quelle attività che favoriscono la partecipazione alla vita sociale delle persone con sordocecità e pluriminorazione psicosensoriale che vivono da sole o con la propria famiglia, promuovendo un ruolo attivo per migliorare le proprie condizioni di vita attraverso uscite socio-ricreative e culturali, soggiorni vacanza, attività occupazionali e servizio di “persona di contatto”, fondamentale per seguire costantemente gli utenti in un rapporto diretto e personale.
La domanda di partecipazione potrà essere inviata entro e non oltre le ore 14 del 26 gennaio attraverso la piattaforma Domanda on line.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy