Maltempo: Protezione civile, “neve a bassa quota. Allerta arancione nel Lazio”

“Una perturbazione di origine atlantica raggiungerà, dal pomeriggio di domani, dapprima le Regioni nord-occidentali e la Sardegna, estendendosi successivamente alle Regioni centrali peninsulari del nostro Paese. Il contestuale richiamo, nei bassi strati, di aria fredda di origine polare causerà un sensibile calo termico, marcato nella giornata di sabato, in estensione a tutte le Regioni, con nevicate fino a quote di pianura iniziando dal centro-nord, con possibili estese formazioni di ghiaccio al termine delle precipitazioni”. Ad annunciarlo è il Dipartimento di Protezione civile in una nota nella quale spiega che “sulla base delle previsioni disponibili” e “d’intesa con le Regioni coinvolte” è stato emesso “un avviso di condizioni meteorologiche avverse”. “L’avviso – prosegue la nota – prevede dal pomeriggio di domani, venerdì 12 febbraio, precipitazioni nevose a quote di pianura su Emilia-Romagna e Toscana, in estensione dalla sera ad Umbria e Abruzzo, con apporti al suolo da deboli a moderati”. Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domani, venerdì 12 febbraio, allerta arancione per rischio idraulico sull’area dell’Appennino di Rieti nel Lazio, allerta gialla su parte dell’Emilia-Romagna, del Molise e della Basilicata.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Balcani

Informativa sulla Privacy