Giornata del malato: mons. Tisi (Trento), “le nostre lacrime sono nel cuore di Dio”. “La vera salute è amare i fratelli”

“Abbiamo la certezza che le nostre lacrime sono nel cuore di Dio”. In occasione della 29ª Giornata mondiale del malato, in calendario domani, giovedì 11 febbraio, l’arcivescovo di Trento, mons. Lauro Tisi, si rivolge con un video-messaggio agli ammalati, in questo particolare anno di pandemia. “’Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?’: queste parole di Gesù – commenta il presule – mi sembrano le più adatte per interpretare il momento difficile che stiamo vivendo. Ma noi sappiamo che Gesù ha trasformato quel grido in una consegna fiduciosa al Padre: ‘Nelle tue mani consegno il mio spirito’”. L’augurio, sottolinea l’arcivescovo, “è che avvenga anche per noi lo stesso itinerario, che il dolore si ricomponga in quella certezza che viene dal fatto che le nostre lacrime sono portate nel cuore di Dio, la nostra speranza è quel Cristo che ben conosce il patire, è quel Dio che Gesù ci ha rivelato, che conta i capelli del capo, non lascia disattesa nessuna speranza. Quel Dio che si è manifestato in Gesù di Nazareth come il Dio fedele”. Mons. Tisi termina il messaggio invitando la Chiesa a una rinnovata attenzione al mondo della malattia: “Alla nostra comunità cristiana, cari ammalati, chiedo di farsi vicina a voi in modo creativo, realizzando le parole dell’apostolo Giovanni: ‘Siamo passati dalla morte alla vita perché amiamo i fratelli’. Questa è la vera salute, amare i fratelli. Buon cammino, siate sicuri che pregherò per voi”.
Per la Giornata del malato, l’arcivescovo presiederà una messa domani, giovedì 11 febbraio, a Trento nella Rsa De Tschiderer, alle ore 10, a porte chiuse, e nel pomeriggio alla Casa del clero.
Domenica 14 febbraio, il principale evento diocesano legato alla ricorrenza: al santuario mariano di Montagnaga di Piné, alle ore 1,0 la recita del rosario (guidato dal rettore don Piero Rattin) e a seguire la messa presieduta dall’arcivescovo Tisi. Diretta tv (Telepace Trento) e in streaming sul canale YouTube della diocesi e sui portali diocesani.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Balcani

Informativa sulla Privacy