Coronavirus Covid-19: Baggio (Aiart), “pubblicata parte del ‘codice sorgente’ dell’app Immuni, ora c’è maggiore chiarezza su funzionamento”

“La recente pubblicazione di parte del ‘codice sorgente’ e la documentazione tecnica dell’App Immuni da parte della Presidenza del Consiglio e del ministro per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione contribuisce a una maggiore chiarezza circa il funzionamento dell’App e costituisce un positivo tassello per la scelta consapevole dell’utente”. Lo dichiara il presidente dell’Aiart, Giovanni Baggio, in una nota, dopo che il Garante della privacy, Antonello Soro, ha dato il parere favorevole alla norma sull’applicazione Immuni precisando che l’app ha tutti i caratteri del rispetto delle norme sulla privacy, a partire dalla garanzia sulla periodica cancellazione dei dati (15 giorni) e il cui termine ultimo rimane il 31 dicembre. “Come associazione dei cittadini mediali – continua – auspichiamo comunque che l’attenzione sui profili di sicurezza della App Immuni possa aiutare anche a diffondere e radicare una cultura della privacy nella nostra società”. Rilevando che “c’è una vera e propria App mania nel nostro Paese e un numero notevole di crimini informatici su cui nessuno sa molto”, il presidente dell’Aiart evidenzia che “prevenire attraverso un processo educativo efficace è la migliore forma di gestione della parola privacy”. “Considerare il diritto alla privacy un lusso significa ignorare la Costituzione Italiana e i diritti fondamentali che presiedono la nostra convivenza, anche digitale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy